Foligno, FI chiede la revisione del prezzo di cessione delle case costruite su aree Peep

Il partito di centrodestra si appella a sindaco e giunta: “Il Comune di Perugia intervenuto già nel 2007. Necessario normalizzare la situazione”

La sezione folignate di Forza Italia

A Foligno i terreni Peep finiscono sotto la lente d’ingrandimento di Forza Italia. Il partito di centrodestra, rappresentato in consiglio comunale da Riccardo Meloni, interviene infatti sul piano comunale di edilizia economica popolare, per chiedere che si agisca per “normalizzare la situazione”. “Da anni - spiega infatti il partito in una nota inviata dal segretario comunale Daniela Flagiello - nel Comune di Foligno non è stata ancora risolta la problematica inerente la revisione del prezzo di cessione dell’alloggio per trasferimenti successivi alla prima vendita, per le abitazioni costruite su terreni Peep concessi in diritto di superficie”.

Abitazioni per le quali, viene ricordato, è stato inserito l’obbligo, vincolante per tutta la durata della concessione - ossia per 99 anni dalla stipula - del rispetto di precisi parametri per la quantificazione del prezzo di cessione degli alloggi. “Situazione che - fanno sapere da Forza Italia - si ripercuote in maniera estremamente negativa sul proprietario dell’immobile, costretto - sottolineano a vendere ad un prezzo più basso del mercato”.

Ma le difficoltà, secondo quanto denunciato dal partito fondato da Silvio Berlusconi, riguarderebbero anche la gestione della stipula degli atti di compravendita. Ecco perché Forza Italia, attraverso il suo segretario chiede che sindaco e giunta intervengano quanto prima per “normalizzare - come detto - la situazione”. “Molti comuni umbri hanno già provveduto da anni per sanare la questione” è il monito. “Basti pensare - concludono - che il Comune di Perugia è intervenuto sulla vicenda già nel 2007”.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento