Foligno, la crisi di maggioranza prosegue. Mismetti: "Non escludo nulla"

Superato il termine del 31 luglio, dato da tutti come ultimo per ricucire gli strappi, il primo cittadino prosegue il dialogo con le varie componenti della sua coalizione

Il sindaco Mismetti durante l'incontro con il Pd

Il termine ultimo era fissato per lo scorso 31 luglio. Per quella data li era infatti in programma una possibile svolta per quanto riguarda la crisi all'interno della maggioranza folignate. Ma alla fine non è stato così. Quel giorno, indicato da molti (leggasi Movimento per Foligno) come la scadenza per avere risposte chiare dal sindaco Mismetti, non ha portato a nulla. Il percorso di confronto prosegue e ancora non si è arrivati alla quadratura del cerchio. Anche chi aspettava un possibile rimpasto di giunta ha dovuto fare i conti con un rinvio. “Ero stato principalmente io ad indicare il 31 luglio come data per un definitivo chiarimento nella coalizione – afferma il sindaco di Foligno, Nando Mismetti – ma dal punto di vista di una quadratura, non ci sono novità”. Non sono serviti dunque gli incontri ed i faccia a faccia portati avanti dal primo cittadino. Tutti rimangono delle proprie idee e non ci sono stati passi in avanti. “Ci sono delle criticità che non voglio nascondere, ma continuiamo a confrontarci – spiega Nando Mismetti – per il momento abbiamo condiviso alcuni nuovi punti di programma da attuare anche all'indomani dell'apertura della nuova Ss77, ma è ovvio che si debba puntare a riportare la serenità”. E sul rimpasto di giunta? “Non escludo nulla – precisa il sindaco – perché l'obiettivo è quello di dare una stabilità politica ad una città che non può permettersi di non affrontare in maniera decisa certe sfide”.

Fabio Luccioli

di Fabio Luccioli

Aggiungi un commento