Foligno, l’opposizione contro il sindaco: “Le associazioni non si toccano”

Per il centrosinistra inaccettabile la scelta dell’amministrazione di stanziare 150mila euro per lo staff del sindaco e pensare di tagliare sui contributi alle realtà associative del territorio

Il centrosinistra in consiglio comunale

Opposizione di centrosinistra di nuovo all’attacco della maggioranza di governo a Foligno. Questa volta a finire al centro delle polemiche sono state le dichiarazioni del sindaco Zuccarini durante il consiglio comunale del 31 luglio scorso, in occasione del quale le forze di sinistra della minoranza avevano chiesto di destinare i 150mila euro stanziati nell'assestamento di bilancio per pagare due nuove figure di segreteria del sindaco, per istituire borse-lavoro per giovani neo-laureati, diplomati e per il reinserimento nel mondo lavorativo di chi ha perso il lavoro. “Emendamento ovviamente respinto” denunciano Pd, Patto x Foligno e Foligno 20/30, che spiegano: “nel suo successivo intervento il sindaco ha affermato che le somme di denaro per finanziamenti futuri di borse lavoro le reperirà non tagliando i fondi per i propri portavoce diretti, ma tagliando contributi alle associazioni”. Tagli che per i tre gruppi di opposizione sarebbero già iniziati e che sarebbero andati a colpire la tappa zero di Daniele Silvestri in programma per ottobre. “Non ci sono soldi per pagare due giorni di utilizzo del Palasport per la data zero del nuovo spettacolo di Daniele Silvestri - denunciano -, mentre fan provenienti da tante località diverse erano pronti a venire a Foligno e  avrebbero conosciuto e fatto conoscere la nostra città”. Per Pd, Patto x Foligno e Foligno 20/30 si è trattato di una “perdita culturale, economica (molte persone lavorano per gli allestimenti) turistica”. “La vivacità della nostra città - ribadiscono - è frutto della collaborazione tra l'amministrazione comunale e il tessuto associativo, che hanno creato un connubio ideale tra progetti culturali e sostegno logistico. Caro sindaco - concludono Pd, Patto x Foligno e Foligno 20/30 - le associazioni che operano nella nostra città e che tante altre città ci invidiano sono un bene prezioso, da stimolare e tutelare, e non accettiamo che lei le definisca ‘sedicenti’, come ha affermato nell'ultima seduta del consiglio comunale”.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Commenti

Il male della dx è sempre quello:il vedere a corto, essere miopi,quello che è aggregazione e cultura vederlo come un peso e non una opportunità.non per niente da un loro ex ministro Calderoli è venuto il detto :con la cultura non si mangia:se non fosse che governano si potrebbe dire beata ignoranza.purtroppo è l'inizio di una serie di danni.
La crescita turistica e culturale folignate degli ultimi anni è soprattutto frutto degli eventi di primo piano che l’associazionismo cittadino ha creato. Non supportare queste realtà è segno di cecità politica e profonda ignoranza; peccato, anche se sono convinto che le risorse della società civile folignate sapranno imporsi egregiamente nonostante la mediocrità della classe dirigente cittadina.

Aggiungi un commento