Foligno, il Pd si incontra per evitare il commissariamento del Comune

Gli iscritto al partito ne discuteranno in assemblea. Filipponi (Impegno Civile): "Confrontiamoci, ma non faremo da stampella"

Nando Mismetti (foto Alessio Vissani)

E' il giorno della verità a Foligno per il Partito democratico. Il principale partito di maggioranza è chiamato a risolvere le problematiche interne in vista del voto del bilancio, fissato entro il 31 luglio pena il commissariamento del Comune. Dopo il consiglio comunale saltato per i problemi interni al Pd, con i dissidenti Matarazzi, Graziosi e Trombettoni pronti a “sfiduciare” Mismetti, si apre una settimana decisamente incandescente. Lunedì pomeriggio alle 17,30 gli iscritto del Partito democratico si ritroveranno all'hotel “Le Mura” per discutere e cercare di arrivare ad un accordo che non metta a rischio il voto in aula. E se da una parte sia il Pd che i malpancisti hanno chiesto un aiuto all'opposizione, non si è fatta attendere la replica di Impegno Civile con Stefania Filipponi. “Siamo pronti al confronto sui reali problemi della città e a redigere un progetto condiviso – afferma la capogruppo Filipponi – ma Impegno Civile non intende fare da stampella a nessuno, soprattutto a chi continua a sostenere, senza alcun pudore, di ben governare”.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento