Foligno, presenze in consiglio e giunta: maglia nera a Romagnoli e Grassilli. In tre mai assenti

Nel 2017 la massima assise ha visto troppi forfait anche da parte di Ciancaleoni e Trombettoni. Gli stacanovisti sono tutti del Pd: Allegretti, Bellagamba e Mariani

Sala del consiglio comunale di Foligno

A Foligno sono ripresi i lavori della macchina politica. Nella settimana appena trascorsa il consiglio comunale si è rimesso in moto, così come le varie commissioni consiliari. Ed è proprio con l'avvio del 2018 che si può tracciare un bilancio di quello che è stato l'anno appena concluso anche in tema di presenze e assenze degli amministratori cittadini nei luoghi a loro deputati per la discussione politica. Bilancio redatto trimestralmente dagli uffici comunali e che ora può essere visto nella sua interezza. In totale, nel 2017 la massima assise cittadina si è svolta diciannove volte. Nelle varie sedute c'è stata sempre una costante, ovvero la continua presenza di tre esponenti del Partito democratico. Si tratta di Chiara Allegretti, Luca Bellagamba e la capogruppo Seriana Mariani. Sono loro tre gli stacanovisti del consiglio comunale, che nella voce “assenze” possono vantare il numero “zero”. I tre sono comunque in buona compagnia. A fargliela sono sempre esponenti di maggioranza. Una sola assenza per il presidente del consiglio comunale Alessandro Borscia, così come per Vincenzo Falasca, Moreno Finamonti, Paolo Gubbini, Michela Matarazzi, Lorenzo Schiarea ed Enrico Tortolini. I più presenti dell'opposizione sono i consiglieri del Movimento 5 stelle Fausto Savini e Valentina Ferrari, che hanno partecipato attivamente a 17 sedute. Seguono, con 16 presenze (e quindi tre assenze), il sindaco Nando Mismetti, Roberto Di Arcangelo (Pd), Stefania Filipponi (Impegno civile) e Alessandra Lazzaroni (Pd). Quindici presenze per Ivano Ceccucci e Riccardo Meloni di Forza Italia, mentre Agostino Cetorelli (Gruppo misto) conta dodici presenze e sette assenze. La classifica degli assenteisti è invece capitanata da Massimiliano Romagnoli di Obiettivo comune, con quattordici consigli comunali saltati su diciannove svolti: per lui solamente cinque presenze in un anno. Seguono Roberto Ciancaleoni (Psi) e Lorella Trombettoni (Gruppo misto) assenti in occasione di dodici sedute. Dopo di loro Elio Graziosi (Gruppo misto) con nove forfait, così come Elisabetta Piccolotti (Si). Chiude il quadro dei consiglieri comunali Elisabetta Ugolinelli (Amoni sindaco) con undici presenze e otto assenze. GIUNTA COMUNALE – Il report trimestrale fornito dagli uffici comunali permette di ricostruire anche la situazione in giunta. Nelle riunioni dell'esecutivo cittadino ha partecipato, nel primo trimestre, anche Emiliano Belmonte. Prima delle dimissioni, Belmonte ha partecipato ai lavori in giunta dieci volte sulle quindici convocazioni. In totale, nel 2017 assessori e sindaco si sono visti in maniera ufficiale in 70 riunioni. In questo caso, e non poteva essere altrimenti, il più presente è Nando Mismetti, che ha partecipato a 66 sedute. Seguono, con sessanta presenze e quindi dieci assenze, Graziano Angeli e Maura Franquillo. Una presenza in meno per il vicesindaco Rita Barbetti. Cinquanta presenze per Giovanni Patriarchi, tre in meno per Elia Sigismondi. In giunta, la maglia nera è indossata da Cristina Grassilli, assente in praticamente la metà delle riunioni. Su settanta convocazioni di giunta, l'assessore voluto da Movimento per Foligno non si è presentata 34 volte.

Fabio Luccioli

di Fabio Luccioli

Aggiungi un commento