Foligno, il sindaco toglie l'incarico ai grandi eventi al consigliere Lucangeli

La decisione del primo cittadino Stefano Zuccarini conferma la rottura tra la maggioranza e l'oramai ex esponente della Lega, passata al Gruppo misto

Il sindaco Zuccarini (foto Vissani)

La consigliera ex Lega Caterina Lucangeli non si occuperà più di grandi eventi e sviluppo del territorio. L'incarico che il sindaco di Foligno, Stefano Zuccarini, le aveva assegnato con un apposito decreto il 12 settembre del 2019, dopo la vittoria dell’attuale maggioranza alle amministrative, è stato infatti revocato. Lo si apprende dal decreto pubblicato nell’albo pretorio del Comune nella giornata di mercoledì 29 giugno con la firma in calce dello stesso primo cittadino. Caterina Lucangeli perde così l’incarico di “studio e di approfondimento in materia di problematiche relative ai temi dello sviluppo del territorio e ai grandi eventi”, che aveva ricoperto in questi primi tre anni di amministrazione Zuccarini e venuto meno dopo la sua decisione di uscire dalla Lega. Decisione che, lo ricordiamo, risale alla fine del mese di maggio. L’ufficialità è poi arrivata nella seduta del consiglio comunale di venerdì 10 giugno. In quell’occasione la stessa Lucangeli aveva parlato di “libertà come dogma”, come “bene prezioso da tutelare ad ogni costo, figurarsi - aveva sottolineato nel suo intervento - seguire passivamente dei voleri e delle decisioni prese da altri e non condivise”. Netto lo strappo, dunque. Non solo con la Lega di Matteo Salvini, ormai suo ex partito, ma anche con l’intera maggioranza. Diversamente da quanto fatto in precedenza da un altro ex leghista, Domenico Lini, che prima di lei era confluito nel Gruppo misto, la consigliera Lucangeli non ha mai detto che continuerà a sostenere la maggioranza nonostante l’uscita dalla Lega. Una presa di distanza che le è costata cara. La revoca dell'incarico da parte del sindaco, infatti, non fa che confermare la rottura tra Caterina Lucangeli e l’attuale maggioranza. Rottura che la stessa Lucangeli aveva evidenziato anche prendendo posto, nel corso dell’ultimo consiglio comunale, tra le fila dell’opposizione.

Logo rgu.jpg

di Maria Tripepi

Aggiungi un commento