Foligno, una piazza o una via per Berlinguer

I consiglieri comunali Elio Graziosi e Vincenzo Falasca lanciano la petizione. “Fu simbolo dell'Italia onesta, lavoratrice e democratica”

Enrico Berlinguer

Una petizione per intitolare una via, una piazza, un parco o un bene pubblico alla figura di Enrico Berlinguer. È questa la richiesta avanzata dai consiglieri Elio Graziosi (gruppo misto) e Vincenzo Falasca (Pd) al sindaco Nando Mismetti “convinti che ancora oggi sia un esempio positivo da imitare e modello guida per chi si batte per una società diversa, più giusta, moralmente incorrotta”. “Il suo pensiero vive di una attualità e di una forza unici nel pensiero politico e culturale italiano - affermano i due consiglieri a sostegno della loro proposta -. Enrico Berlinguer non è stato “solo” l’artefice di profonde svolte nella politica comunista e nella storia italiana, promuovendo, tra le altre innovazioni, un incontro tra cattolici, laici e comunisti per sviluppare la democrazia italiana, tra le istanze solidaristiche del messaggio cristiano e la tradizione socialcomunista di equità e giustizia sociale. Fu soprattutto – continuano - il simbolo di quell’Italia onesta, lavoratrice, democratica, progressista, perbene, che si oppose e si oppone all’Italia dell’arroganza, della corruzione, della prepotenza, dei comitati di affari, della mafia”. Questo il pensiero che spinge Graziosi e Falasca a chiedere che il nome di Berlinguer venga impresso in una zona centrale della città, per ricordare questo importante pezzo di storia e come monito per il futuro.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento