Giano, nessuna variazione Irpef. Patacca: “Aliquote mantenute, nonostante i costi”

La pratica è passata con la maggioranza dei voti. Tra i temi discussi nell’ultima seduta del consiglio anche le previsioni urbanistiche e la gestione associata della promozione turistica

Il consiglio comunale di Giano dell'Umbria

Nessuna variazione alle aliquote dell’addizionale Irpef e alla soglia di esenzione e nessuna modifica al regolamento comunale mantenendo, in sostanza stabile la quota di compartecipazione a carico dei cittadini nel comune di Giano dell’Umbria. A renderlo noto è stata la stessa amministrazione Petruccioli, a margine dell’ultimo consiglio comunale, nel corso del quale la pratica è passata a maggioranza. Il tutto, ha sottolineato l'assessore al bilancio, Renzo Patacca, "nonostante l'aumento importante di alcune voci di spesa, tra cui i costi per l'energia elettrica e il riscaldamento".

A livello urbanistico, invece, è stato approvato all'unanimità il progetto esecutivo che prevede la realizzazione di una strada di accesso autonoma allo stabilimento produttivo del gruppo De Matteis a Bastardo, che “risolve - spiegano dall’amministrazione di Giano - un annoso problema logistico e di viabilità”. Sempre l'assessore delegato Jacopo Barbarito ha illustrato la proposta di adozione di alcune nuove previsioni contenute nella parte operativa del Prg, “volte ad accelerare - fanno sapere dal Comune - investimenti edilizi e produttivi già contenuti nella parte strutturale e richieste da privati cittadini e imprese”. Punto approvato, anche in questo caso, con il voto favorevole di tutti i presenti.

Nel corso della massima assise cittadina il sindaco Manuel Petruccioli ha, inoltre, illustrato la convenzione con l'Unione dei Comuni "Terre dell'Olio e del Sagrantino" che prevede una gestione associata della promozione turistica e del marketing territoriale che, secondo quanto dichiarato dal primo cittadino, si attuerà "attraverso progettazioni e pianificazioni strategiche sovracomunali, anche in ottica dei bandi del Pnnr". Sì unanime, infine, anche alla sospensione dell'efficacia dal primo gennaio scorso del regolamento esecutivo della zona sociale 9 per l'accesso e la compartecipazione ai servizi socio-assistenziali e socio-sanitari.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento