Messa in sicurezza del Topino, interrogazione al sindaco: “A che punto siamo?”

Barbetti e Minelli del Pd e Pizzoni di Patto x Foligno intendono conoscere la situazione sui lavori che dovrebbe eseguire la Bonifica Umbra: “Migliaia di residenti a rischio"

Il fiume Topino

Un’interrogazione a risposta orale circa la messa in sicurezza del fiume Topino. È quella rivolta al sindaco di Foligno, Stefano Zuccarini, e all’assessore competente dai consiglieri comunali di centrosinistra che rispondono ai nomi di Rita Barbetti e Claudia Minelli del Partito democratico e di Luciano Pizzoni di Patto x Foligno. Esponenti che, in particolare, chiedono al governo cittadino quale sia la situazione riguardo i lavori che la Bonifica Umbra dovrebbe eseguire per la messa in sicurezza, come detto, del fiume Topino. Un’interrogazione, quella presentata appunto dai consiglieri di minoranza di palazzo Orfini Podestà, che tiene conto dei “circa 18mila residenti a rischio in caso di alluvione” e dello “stanziamento di circa 30 milioni di euro destinato all’opera”. Un’interrogazione che parte altresì dalle riflessioni scaturite a seguito “dei recenti drammatici fatti, verificatisi nella regione Marche in seguito al maltempo”.

Logo rgu.jpg

di Matteo Castellano

Aggiungi un commento