“Piena fiducia a Mismetti, Barbetti e Borscia”

Ad esprimerla il Partito democratico di Foligno che nega l'esistenza di "un caso politico-istituzionale" e parla di "un'opposizione incapace e senza idee"

Patrizia Epifani

A poco più di ventiquattro ore dalla conferenza stampa indetta dai consiglieri comunali Stefania Filipponi e Augusto Cetorelli (Impegno civile), Massimiliano Romagnoli (Amoni sindaco) e Aldo Amoni (Obiettivo Comune) che ha fatto esplodere la bufera sul vicesindaco di Foligno, Rita Barbetti, che si sarebbe sostituita a Nando Mismetti in una votazione durante l'ultimo consiglio comunale, ad intervenire sulla questione sono i vertici del Partito democratico folignate. Per la segretaria Patrizia Epifani “non c’è nessun caso politico-istituzionale – dichiara in una nota - ma solo un’opposizione incapace e senza idee per la città, costretta a montare polemiche strumentali e di basso livello su un fatto inesistente per cercare un po’ di visibilità”. “Il comportamento di questi consiglieri – sottolinea la Epifani – è del tutto in linea con l’atteggiamento tenuto in campagna elettorale e basato soltanto sull’odio, sul discredito delle persone, sull’imbarbarimento del clima politico cittadino. Tale modo di intendere la politica esprime l’assoluta mancanza d’idee e il totale disinteresse nel fare proposte costruttive per la crescita della comunità. Chi crea simili polemiche – prosegue - è mosso soltanto da rancore e risentimento personali nei confronti di chi è stato legittimato dal voto dei cittadini e tale atteggiamento è del tutto inaccettabile e inqualificabile”. Pd compatto dunque nell'esprimere fiducia a Mismetti, Barbetti e Borscia ma anche nel ribadire come il sindaco fosse presente in aula al momento della votazione e come il gesto del suo vice sia stata solo “una questione materiale”. “In un momento di grave crisi economica, sociale e politica – conclude Patrizia Epifani – in cui è sempre più ampia la distanza tra cittadini e istituzioni, è opportuno lavorare tutti insieme per il bene della comunità, anziché divertirsi a inventare polemiche inutili”.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento