Pronta la candidatura di Nando Mismetti a Presidente della Provincia

Dopo le parole di Marco Vinicio Guasticchi ai microfoni di Radio Gente Umbra, arriva anche il sostegno del Partito Democratico di Foligno 

Marco Vinicio Guasticchi e Nando Mismetti

All'indomani delle elezioni comunali, commentando l'esito del ballottaggio del capoluogo umbro, il confermato sindaco Nando Mismetti lo aveva annunciato. Foligno diventa la città più importante per il Partito Democratico dell'Umbria, caricandosi di una responsabilità e di un ruolo che fino a ieri erano delegati a Perugia. E cosi è stato. La segretaria del Partito Democratico di Foligno, Patrizia Epifani, ha annunciato la candidatura del Sindaco della città della quintana a presidente della Provincia di Perugia. La decisione, assunta durante l'assemblea comunale del 21 luglio nel corso della quale è stato costituito un gruppo di persone - composto dalla stessa segretaria, dall'Assessore regionale Vincenzo Riommi, dal Consigliere regionale Luca Barberini e da altri tre membri - a cui è stato affidato il compito di avanzare la candidatura di Mismetti, ha ricevuto la benedizione del presidente della Provincia uscente, Marco Vinicio Guasticchi, che nei giorni scorsi aveva così commentato ai microfoni di radio gente umbra: "Foligno è la città più importante del centro sud dell'Umbria, quindi ritengo quasi fisiologico che debba avere dei riconoscimenti anche territoriali per il ruolo svolto ed anche per i risultati elettorali raggiunti dal centro sinistra che è riuscito a mantenre la guida della città per l'ennesima volta. Questo vuol dire che c'è una classe dirigente riconosciuta e di livello il cui leader è Nando Mismetti". In base alla legge Del Rio, che ha trasformato le province in "enti territoriali di area vasta", il nuovo presidente della Provincia sarà eletto dai Sindaci e dai Consiglieri dei comuni del territorio provinciale tra i sindaci della Provincia stessa, il cui mandato scada non prima di 18 mesi dalla data delle elezioni. La nuova guida della Provincia, che svolgerà l'incarico in maniera gratuita, verrà eletta con voto diretto - libero e segreto - il prossimo 30 settembre presso un seggio unico costituito nella sede della Provincia di Perugia. Le candidature dovranno essere presentate venti giorni prima delle elezioni, dunque - in caso venga confermata la data del 30 - entro il 10 settembre.

Logo rgu.jpg

di Annalisa Marzano

Aggiungi un commento