Raddoppio Orte-Falconara, Chianella: “La giunta a favore del tracciato originale”

Vertice a palazzo Orfini-Podestà tra l'assessore regionale ai trasporti e i rappresentanti istituzionali di Foligno, Gualdo Tadino e Nocera Umbra

L'audizione dell'assessore regionale ai Trasporti, Giuseppe Chianella, a Foligno

“La giunta regionale reputa fondamentale la Orte-Falconara e i progetti in itinere del raddoppio previsto su questa linea”. Sono queste le parole pronunciate dall'assessore regionale ai Trasporti, Giuseppe Chianella, a margine dell'audizione in seconda commissione consiliare a Foligno. Chianella è stato ospite a palazzo Orfini-Podestà per illustrare ai membri della commissione folignate i principali punti del piano regionale dei trasporti 2014-2024, ma anche per affrontare la questione del raddoppio ferroviario dopo la levata di scudi delle scorse settimane da parte di ben dieci Comuni umbri, firmatari di un documento con cui si chiedeva un incontro in Regione. Questa mattina, dunque, il vertice ospitato, come detto, nel palazzo comunale della città della Quintana, nel corso del quale l'assessore Chianella ha chiarito la posizione della giunta Marini, favorevole al raddoppio secondo il progetto originario. Presenti anche il sindaco di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti, e l'assessore ai Lavori pubblici del Comune di Nocera Umbra, Rinaldo Casaglia. A fare gli onori di casa, invece, il primo cittadino folignate Nando Mismetti: "Pensare oggi di cambiare un'impostazione di programmazione decennale con progetti avanzati e primi stralci di lavoro su questo tracciato, significherebbe perdere quelle possibilità che abbiamo e bloccare quanto fatto in questi anni - afferma il sindaco Mismetti -. Il tutto per aprire forse un ragionamento sul nuovo progetto per parlarne il prossimo secolo. L'assessore Chianella ci ha rassicurato, ma d'altra parte il piano dei trasporti già passato in commissione e approvato dalla giunta regionale non fa cenno a questo nuovo tracciato. Si riapre il nuovo giochino per perdere tempo". Soddisfazione, dunque, da parte del sindaco Mismetti dopo l'incontro con l'assessore Chianella che, intervenendo ha inoltre spiegato come a giocare a sfavore della variante promossa dall'emendamento bipartisan firmato dai consiglieri regionali Smacchi (Pd), Biancarelli (Umbria più uguale), Ricci (Ricci presidente) e Fiorini (Lega Nord) siano anche gli alti costi del tracciato Perugia-Fossato di Vico. La questione verrà ora affrontata in consiglio regionale. Sarà all'assemblea legislativa, infatti, che spetterà l'ultima parola.  

Fabio Luccioli

di Fabio Luccioli

Aggiungi un commento