Spoleto, la giunta orfana del sindaco traccia il bilancio del 2017: “Ripianato il buco nei conti”

In attesa di conoscere quando si svolgeranno le nuove elezioni, la squadra di governo analizza l'andamento del 2017. Dopo tre anni la città del Festival potrà tornare ad investire

La giunta spoletina traccia il bilancio del 2017

Manca un “pezzo”. Il più importante per qualsiasi amministrazione pubblica. Ma loro, gli assessori comunali del Comune di Spoleto, nonostante il dolore che li ha travolti una ventina di giorni fa per la prematura scomparsa della loro guida, il sindaco Fabrizio Cardarelli, hanno voluto comunque farla quella tradizionale conferenza stampa di fine anno finalizzata a illustrare ciò che è stato fatto nei 12 mesi appena trascorsi e cosa si farà nei prossimi 12. A meno che il Prefetto non decida che si andrà ad elezioni comunali prima del termine del 2018. Seppur nella totale incertezza su quale sarà il destino prossimo dell’amministrazione comunale di Spoleto, la vicesindaco Maria Elena Bececco, oggi facente funzioni dopo la scomparsa di Fabrizio Cardarelli, ha voluto comunque che l’incontro con la stampa si facesse. Anche per dare un annuncio che, forse, rasserenerà un po' gli animi di quella fetta di cittadini spoletini che vivono in condizioni più disagiate. Il dato, in primis, è che “I conti ora tornano – ha detto la vice sindaco Bececco –dopo 3 anni di austerity, siamo riusciti a ripianare il buco di bilancio ricevuto in eredità”. E questo sarà propedeutico perché “ora il Comune riuscirà a investire, oltre che con il supporto dei privati, anche con soldi propri”, come ha tenuto a precisare l’assessore al Bilancio e, da poco, anche allo Sviluppo economico, Corrado Castrovillari. Un appuntamento che, però, non si sarebbe potuto aprire se non con un ricordo del sindaco Cardarelli. “abbiamo voluto trasformare il dolore forte che ci ha lasciato la morte del nostro sindaco, Fabrizio Cardarelli in determinazione – ha sottolineato la vice sindaco Bececco – tutto quello che faremo, lo dedicheremo a lui, che tanto amore aveva per questa città. Una città alla quale vogliamo dire: noi ci siamo”. E se i conti tornano, tanto che, pare, il bilancio chiuderà in pareggio, lo si deve principalmente a un recupero sull’evasione fiscale piuttosto consistente. E ad entrare nel dettaglio è proprio l’assessore Castrovillari. “Il 2017 si chiude con un recupero di 3.700.000 euro – ha detto - contro i 2.900.000 euro dello scorso anno. Ciò ci ha permesso di investire circa 300mila euro per il sociale”. Conti dell’ente a parte, seppur, forse, l’aspetto più importante per l’economia cittadina, a trecentosessanta gradi, ovviamente, la conferenza stampa di fine anno di ieri mattina ha permesso a tutti gli assessori (Loretoni a parte, fuori città) di illustrare tutte le iniziative e gli investimenti prodotti da ogni singolo settore dell’amministrazione cittadina. Molti dei quali “bloccati” dall’evento sisma e che ora stanno piano piano ripartendo. Come quello dell’assessore Antonio Cappelletti che nel corso dell’ultimo anno “ha svolto un lavoro enorme assorbendo molte risorse – ha detto – ora, però, stiamo ripartendo con la variante al Piano regolatore, e pensiamo di terminare entro la fine di gennaio”. Ha parlato di progetti fatti e in procinto di essere attivati l’assessore all’Ambiente, Vincenza Campagnani, che ha voluto anche sottolineare come la raccolta dei rifiuti abbia ormai coperto “oltre il 90 per cento del territorio comunale, tanto che ci stiamo avvicinando al 50 per cento di differenziata”. Gianmarco Profili, assessore con delega alle partecipate, ha voluto informare che ci saranno ulteriori investimenti sul sociale grazie anche “all’aumento del canone per le farmacie, che passa da 110 mila euro annui a 200 mila, e ulteriori 90 mila che il Comune destinerà ai senzatetto”. Soldi da investire arriveranno pure dalla rinnovata convenzione con le società sportive per la gestione degli impianti, come ha sottolineato Roberto Settimi, consigliere con delega allo Sport. Mentre l’intervento di Camilla Laureti, assessore alla Cultura, è stato tutto racchiuso in un dvd, che ha ricordato, in primis, la sessantesima edizione del Festival dei Due Mondi.

Logo rgu.jpg

di Rosella Solfaroli

Aggiungi un commento