Spoleto, sindacati contro Cardarelli: "Blocchi l'assunzione dei dirigenti"

Sotto l'occhio del ciclone la riorganizzazione della macchina comunale che, secondo Cgil, Cisl e Uil, non avrebbe mai affrontato i problemi reali

Palazzo comunale di Spoleto

Braccio di ferro a Spoleto tra sindacati e amministrazione comunale. Cgil, Cisl e Uil si dicono preoccupati per “le modalità con le quali la giunta sta gestendo l'organizzazione della macchina comunale”. Secondo le tre sigle sindacati infatti, palazzo comunale sarebbe prossimo al collasso, col rischio di “una grave compromissione della qualità dei servizi resi ai cittadini”. Nonostante questo, Patrizia Mancini della Fp Cgil, Andrea Russo della Uil Fpl e Moreno De Piccoli della Fp Cisl, sottolineano come il sindaco Cardarelli, da più di un mese “evita il confronto con il sindacato su questi temi, non rispondendo nemmeno alle ripetute richieste sindacali d'incontro”. Tutto parte dalla riorganizzazione della macchina comunale annunciata dal sindaco e dall'assessore Profili due anni fa. Ma a detta dei sindacalisti, “non sono mai stati affrontati i problemi reali”. E' per questo che viene puntato il dito verso l'assunzione di due nuovi dirigenti: uno amministrativo, “tramite – spiegano Mancini, Russo e De Piccoli - una procedura particolarmente intricata, rispetto alla quale non è chiaro l’interesse pubblico tutelato e l’altro tecnico, a seguito di un pensionamento, non cogliendo l’occasione per un vero ed opportuno intervento di razionalizzazione, visto che in Comune è tuttora in servizio un dirigente tecnico (ingegnere) che l’amministrazione, però, ha nominato Comandante della Polizia Municipale”. Ma non basta. I sindacati attaccano la giunta anche sull'assunzione definita “incomprensibile” di nuovi dirigenti doppioni rispetto a quelli che già ci sono in città. E' per questo che i sindacati hanno invitato palazzo comunale a rivedere certe scelte.  LA RISPOSTA – E non si è fatta attendere la risposta dell'amministrazione comunale. In un lunghissimo comunicato, il sindaco Cardarelli e l'assessore Profili hanno ribattuto colpo su colpo alle accuse dei sindacalisti, partendo dalla situazione trovata successivamente alle elezioni. “Questa amministrazione, sin dai primi giorni del suo insediamento – scrivono sindaco e assessore - ha dovuto lavorare, in un clima di emergenza, all'organizzazione interna del personale, per poter ridare un assetto equilibrato alla struttura comunale che soffriva ancora le conseguenze negative del grave disavanzo di Bilancio evidenziatosi a fine 2013”.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento