Tagli al trasporto pubblico locale, a Foligno convocata la seconda commissione

All’incontro che si terrà ad inizio agosto, invitato anche l’assessore regionale Melasecche. Nella terza città dell’Umbria rimodulato il piano delle corse per la montagna

La pensilina di una fermata bus (foto Alessio Vissani)

Si discuterà dei tagli al trasporto pubblico locale nel corso della prossima seduta della seconda commissione consiliare di Foligno. Convocato per martedì 2 agosto, alle 15.30, nella sala consiliare di palazzo comunale, l’incontro dovrebbe veder presente anche l’assessore regionale Enrico Melasecche. C’è anche il nome del titolare alle Infrastrutture e trasporti, infatti, nelle convocazioni inviate dal coordinatore Domenico Lini, oltre a quelli del sindaco Stefano Zuccarini e dell’assessore Riccardo Meloni. I tagli al trasporto pubblico locale, effettuati con delibera della giunta regionale il 13 giugno scorso dopo la presentazione del piano di rimodulazione da parte di Busitalia, hanno coinvolto l’intero territorio umbro sia lungo le tratte urbane che quelle extraurbane. A Foligno a venire meno è stata, per quanto riguarda il servizio di committenza del Comune, una delle tre corse che collegano la città con la montagna, per un totale di 4mila chilometri. Il riferimento è, nello specifico, alla tratta delle 19.15 in partenza dalla stazione di Foligno con destinazione Colfiorito e Annifo, lungo il tracciato della vecchia statale 77. Il taglio dovrebbe riguardare il solo periodo estivo, anche se - come spiegato da Ciro Zeno della Filt Cgil nelle scorse settimane - si tratterebbe di modifiche "organiche". Se così fosse la soppressione della corsa dovrebbe essere permanente. La vicenda negli scorsi giorni ha visto dibattere cittadini e forze politiche. In particolare, su quest’ultimo fronte, i gruppi consiliari di centrosinistra, che hanno annunciato un’interrogazione a sindaco e giunta sui provvedimenti che si intendono prendere per andare incontro alle esigenze di quella fascia di popolazione penalizzata dal venire meno della corsa pomeridiana, con riferimento ad anziani, a cittadini non automuniti e ai giovani. Questione che ora, come detto, verrà trattata anche nel corso della commissione convocata per gli inizi del mese prossimo. 

Logo rgu.jpg

di Maria Tripepi

Aggiungi un commento