L’Umbria guarda al 2021, Tesei: “Tra le priorità crescita del Pil, imprese e lavoro”

Bilancio del primo anno di mandato per la governatrice che ha illustrato, insieme alla sua squadra, il lavoro fatto nei mesi segnati dalla pandemia. “Si intravede la luce in fondo al tunnel”

Donatella Tesei

Rilanciare l’Umbria facendo crescere il Pil e sostenendo imprese e lavoro. È l’obiettivo del 2021 per la presidente della Regione, Donatella Tesei. La governatrice umbra ne ha parlato nel corso della conferenza stampa di fine anno che si è tenuta nella mattinata di venerdì 18 dicembre al Santa Maria della Misericordia di Perugia.

“Una scelta non casuale” ha spiegato Tesei, riconoscendo all’ospedale perugino lo status di “luogo simbolo” nell’anno della pandemia. Un anno che la presidente e la sua giunta hanno voluto “salutare” con la messa a dimora, fuori dal Santa Maria della Misericordia, di un leccio. “Simbolo dell’Umbria - ha commentato Donatella Tesei -, con il quale vogliamo commemorare tutte le vittime del Covid e ringraziare il personale sanitario per aver contribuito a combattere una battaglia che non conoscevamo e che ha comportato una riorganizzazione dell’intera macchina”. Un lavoro di squadra che per la presidente ha raggiunto l’obiettivo. “I dati dell’indice Rt sono confortanti - ha sottolineato -, ma gli ospedali sono ancora occupati. Sappiamo - ha detto - che c’è ancora tanto da fare, ma siamo riusciti a garantire cure per tutti, senza che i nostri concittadini andassero fuori regione. Nei prossimi mesi - ha quindi annunciato - saremo impegnati in una riorganizzazione stabile”. 

Emergenza sanitaria, ma non solo. Tirando le fila di questo 2020 ormai agli sgoccioli, la governatrice umbra si è soffermata anche sul lavoro fatto sul fronte di “una crisi economica che, ha dichiarato - era partita ben prima della pandemia” e su quello della ricostruzione post sisma. “Dopo quattro anni di stallo - ha detto - il 2020 è stato importante per far ripartire la ricostruzione delle zone terremotate”. Per quanto riguarda l’aspetto economico, invece, la prossima settimana la giunta Tesei sottoporrà al consiglio regionale il documento di economia e finanza regionale, “che - ha sottolineato - guiderà il lavoro dei prossimi anni”. Un documento nato a margine dell’interlocuzione con sindacati, datori di lavoro e mondo dell’agricoltura. Previsto al suo interno anche lo stanziamento di un fondo da 18 milioni di euro per ricerca, sviluppo e innovazione. Tra le altre questioni sul piatto il trasporto pubblico locale, i collegamenti veloci con altre regioni e con un hub internazionale per favorire il turismo e tutto l’indotto. “Voglio lanciare un messaggio di speranza - ha quindi concluso - e dire agli umbri che si inizia ad intravedere la luce in fondo al tunnel”.

Intanto, però, tra le questioni più stringenti da affrontare, quelle legate al Covid. A cominciare dalla stretta sulle imminenti festività, rispetto alle quali Donatella Tesei ha auspicato “scelte ponderate e ristori adeguati per le aziende che, diversamente da quanto previsto negli scorsi mesi, non potranno lavorare”. Per quanto riguarda, invece, il capitolo scuole la presidente ha sottolineato la necessità, in questa fase, di non rimanere ancorati alle proprie posizioni, ma di lavorare per trovare un giusto compromesso tra le parti. Il riferimento è, tra le altre cose, alla posizione espressa dai dirigenti scolastici su didattica in presenza e implementazione dei trasporti. Questione, quest’ultima, che deve fare i conti con le risorse a disposizione. “Dotare la regione di 200 pullman in più fino a giugno - ha dichiarato l’assessore Enrico Melasecche - ha un costo che si aggira intorno agli 8 milioni di euro”. Ad intervenire nel corso dell’incontro anche la squadra di assessori che ha affiancato Donatella Tesei nel corso di questo primo anno di attività, ciascuno dei quali ha illustrato quanto fatto in questi primi 12 mesi di mandato.

Logo rgu.jpg

di Maria Tripepi

Aggiungi un commento