Arbitri, momento magico per Tiziana Trasciatti: esordio in B e designazione pro-Ucraina

L'assistente folignate, da anni ai vertici nella direzione delle gare di calcio femminile, è stata protagonista della speciale accoglienza che l'Aia ha riservato al fischietto Kateryna Monzul

Tiziana Trasciatti (prima da sinistra) con l'arbitro Kateryna Monzul

Il momento è sicuramente da ricordare per Tiziana Trasciatti, assistente arbitrale della sezione di Foligno. Neppure una settimana fa ha esordito in serie B nello zero a zero tra Cittadella e Reggina. Tiziana, oltre a essere stabilmente nell’organico della serie C, è da diverse stagioni internazionale di calcio femminile. Proprio in queste vesti è stata indiretta protagonista di un’altra gara a suo modo storica.
L’associazione arbitri italiana ha infatti ospitato in segno di solidarietà il fischietto ucraino Kateryna Monzul, fuggita dalla guerra nel suo paese insieme alla sorella e alla nipote. Per lei la prima designazione italiana è stata nella serie A femminile per la sfida tra Inter e Sampdoria. Ad assistere quella che è considerata una delle migliori arbitri in Europa di calcio femminile è stata chiamata proprio la folignate Tiziana Trasciatti. Anche per lei sono diverse le partite di Champions League femminile o a livello di nazionali. La gara che si è disputata al centro tecnico Giacinto Facchetti di Milano è terminata 4 a 3 per le nerazzurre. Tiziana Trasciatti ha accompagnato dunque la prova arbitrale di Kateryna Monzul, che è andata ben oltre al semplice valore sportivo. “È stato come tornare alla vita normale, dopo quello che ho visto e che ho provato in queste settimane, e per qualche momento posso dire di aver ritrovato dentro di me belle sensazioni. La grande famiglia degli arbitri mi è stata vicina” le sue parole a fine gara.

Logo rgu.jpg

di Simone Lini

Aggiungi un commento