Il campione del mondo Daniele Santarelli torna a Foligno: “Qui sono a casa”

Il coach di Conegliano è stato premiato dall'amministrazione comunale con un gonfaloncino: “Non ritorno quasi mai in città, ma quando lo faccio è sempre bello”

Daniele Santarelli ricevuto in Comune

Foligno abbraccia il suo campione del mondo. Giovedì pomeriggio il coach Daniele Santarelli è stato accolto in Comune per ricevere un meritato riconoscimento. Fresco vincitore del mondiale per club con la sua Imoco di Conegliano, il folignate è oramai entrato nella storia della pallavolo. Il titolo di campione del mondo conquistato domenica in Cina rappresenta per la compagine veneta un traguardo incredibile. Un'impresa unica quella messa a segno Paola Egonu e socie, che ha visto nel folignate Santarelli un'autentica guida. “Vincere il mondiale è stata una bellissima emozione ed un'esperienza unica – racconta Daniele Santarelli ai microfoni di Radio Gente Umbra -. Ancora dobbiamo realizzare quanto fatto, ma quello che sta succedendo in questi giorni mi fa capire la portata dell'impresa”. Arrivate in Cina consapevoli di essere una squadra forte, le ragazze di Conegliano erano però altrettanto certe della forza delle squadre rivali. Club con un budget molto più importante dell'Imoco e con molta più esperienza in competizioni mondiali. Nonostante questo, la squadra guidata da Daniele Santarelli è riuscita a trionfare. “Ora ci godiamo poco poco questo successo, perché dobbiamo già pensare alla prossima sfida (questa sera, giovedì 12 dicembre contro la Bartoccini Perugia ndr) – spiega il coach -. La strada è ancora lunga e c'è il rischio di lasciarsi andare. Nonostante affronteremo l'ultima della classe, il livello di questo campionato non ci permette di abbassare la guardia, visto inoltre che le giocatrici reduci dal mondiale sono rimaste a casa”. Rispetto al suo rapporto con Foligno, Santarelli non esita a rispondere: “Questa è casa mia, c'è poco da spiegare. Torno sempre volentieri, anche se purtroppo quasi mai – sottolinea – il lavoro è lontano ed è difficilissimo per me vedere i miei familiari e gli affetti più cari”. Quando non allena Conegliano, Daniele Santarelli è anche l'allenatore della nazionale croata: altro motivo che lo tiene lontano dall'Umbria. “Grazie per esserti distinto a livello planetario – commenta il vicesindaco di Foligno, Riccardo Meloni -. Come amministrazione abbiamo deciso di premiare chi rappresenta in maniera eccellente la città”. A Santarelli è stato quindi donato un gonfaloncino di Foligno insieme ad una guida. “Lo sport – afferma l'assessore Decio Barili – è l'attività più formativa che ci sia. Speriamo un giorno di rivederti allenare una grande squadra di Foligno in un grande impianto”. Alla premiazione erano presenti i pallavolisti e le pallavoliste di alcune società del territorio, insieme agli amici e parenti di Daniele Santarelli.

Fabio Luccioli

di Fabio Luccioli

Aggiungi un commento