Il ciclocross ed una squadra tutta la femminile nel 2019 dell’Unione ciclistica Foligno

Le novità sono state annunciate dal presidente Petrini in occasione della presentazione dell’ottava tappa del Trofeo Tu-Cross. L’appello: “Rimaniamo in attesa dei servizi igienici”

Da sinistra Enrico Tortolini e Mirco Petrini

Una squadra in rosa e il ciclocross tra gli obiettivi dell’Unione ciclistica Foligno per il 2019. Ad annunciarli è stato lo stesso presidente, Moreno Petrini, in occasione della presentazione del primo Trofeo Ipermit Service Srl “Città di Foligno”, che si terrà domenica 16 dicembre , a partire dalle 9.30, al ciclodromo “Giuseppe Casini” di Corvia. Una competizione che si configura anche come ottava tappa del TU-Cross, Trofeo ciclocross Toscana e Umbria, e valida per l’assegnazione del titolo di campione provinciale di Perugia.

All’incirca 200 gli atleti che vi prenderanno parte tra tutte le categorie. Dagli 8 ai 50 anni di età, arriveranno a Foligno da tutta Italia, a cominciare da Lazio e Marche e fino ad arrivare ad Emilia Romagna e Piemonte. Due i circuiti realizzati all’interno del ciclodromo folignate per consentire la competizione: uno di 350 metri per la short track dedicata ai più piccoli; l’altro di 2,3 chilometri.

Due tracciati che rimarranno stabilmente all’interno dell’impianto sportivo di Corvia e la cui presenza consentirà all’Unione ciclistica Foligno di promuovere anche il settore del ciclocross, di cui è attualmente ancora sprovvisto. Una nuova disciplina che si andrà ad aggiungere, dunque, a quella su strada, rispondendo alle tante richieste arrivate all’associazione sportiva del presidente Petrini. E tante saranno anche le donne che parteciperanno alla competizione in programma per domenica. Target su cui anche l’Unione ciclistica Foligno vuole spingere. Da qui, come detto, l’idea di partire nel 2019 anche con una squadra al femminile per la categoria allievi esordienti. “Le quote rosa - ha detto il presidente Petrini - sono un po’ basse nella nostra realtà, ecco perché vogliamo iniziare ad investirci, per innalzare il numero di atlete”.

E mentre si vanno delineando i progetti futuri, l’Unione ciclistica Foligno richiama però l’attenzione dell’amministrazione sulla mancanza di servizi igienici all’interno del ciclodromo cittadino. “In vista della gara di domenica ci siamo attrezzati con dei bagni chimici - spiega il presidente Petrini - e grazie alla protezione civile, che ce lo ha messo a disposizione, abbiamo potuto installare, a nostre spese, un container doccia per gli atleti”. Un po’ troppo poco, però, per una città a cui l’Aces ha riconosciuto il titolo di “Città europea dello sport”.

Un piccolo passo l’amministrazione l’ha già fatto, predisponendo l’impianto di fognatura. Ora, però, occorre lavorare per reperire fondi che permettano di dotare il ciclodromo di tutti i servizi necessari. Anche perché, come dichiarato dal consigliere comunale incaricato allo sport, Enrico Tortolini, “l’amministrazione Mismetti è sempre stata molto vicina al mondo dello sport, ed in particolare - ha concluso - a quello del ciclismo”. Come sottolineato, tra l’altro, dall’ennesimo regalo che Rcs Sport ha fatto alla città della Quintana, scegliendola per una doppia tappa della prossima edizione della Tirreno Adriatico.

Logo rgu.jpg

di Maria Tripepi

Aggiungi un commento