Crono Sagrantino: Dumoulin oltre alla vittoria porta a casa un po' di Umbria

Il Consorzio Tutela Vini Montefalco e il Comune di Montefalco hanno omaggiato l'olandese con l'arte e l'eccellenza del Sagrantino

Il vincitore della tappa della Crono del Sagrantino (foto Alessio Vissani)

Un pezzo di Umbria tornerà a casa insieme all'olandese Tom Dumoulin, vincitore della Crono Sagrantino di martedì 16 maggio. La decima tappa del Giro d'Italia 2017 ha consegnato al ventisettenne oltre alla maglia rosa anche un altro premio identificativo del territorio e dei paesaggi che ha attraversato da Foligno fino a Montefalco. Il Consorzio Tutela Vini di Montefalco infatti ha omaggiato Dumoulin con una magnum celebrativa di Montefalco Sagrantino Docg che tornerà con lui a Maastricht. La magnum di tre litri, in edizione limitata, è contrassegnata dal logo commissionato dal Consorzio per l'evento Sagrantino Stage. La linea grafica dell’etichetta richiama sia la cronotappa sia la denominazione che le ha dato il nome. Da qui, un pittogramma raffigurante un ciclista stilizzato che va ad incastrarsi in un grappolo i cui acini superiori formano le ruote di una bicicletta e il picciolo il telaio. Oltre a questo la maglia rosa è stata omaggiata anche dall'opera simbolica “La Ringhiera dell'Umbria” di Manuela Cannelli composta da una spirale di 21 elementi, che rappresentano le 21 tappe del Giro, arricchita da meccanismi e una corona di cambio per celebrare le due ruote mentre sul decimo elemento è presente il colore verde, richiamo alla verde Umbria. Al vincitore della Crono Sagrantino è andata poi anche la Coppa di Deruta, un vaso biansato su un alto piede di stile rinascimentale derutese, dipinto da Francesca Niccacci con i colori Rosso Sagrantino e Rosa Giro d’Italia.
 

Logo rgu.jpg

di Giusy Ribaudo

Aggiungi un commento