Due positivi al Covid tra i Falchetti, ma col Trestina si gioca

A comunicare l'esito dei test è stato lo stesso Foligno Calcio, che intanto si sta preparando al derby di mercoledì. Intanto Giannò saluta e va alla Triestina

Michele Cuccagna, diesse del Foligno Calcio (foto Marco Cardinali/Folignocalcio.net)

Il derby tra Foligno e Trestina è salvo. Eppure nelle ultime ore la partita in programma il giorno dell’Epifania è stata fortemente a rischio. La causa è nei due positivi al covid riscontrati nella rosa del Foligno. Per questo tutta la squadra è stata sottoposta a test rapidi. Esami che si temeva potessero evidenziare altre positività.
A fare chiarezza sulla situazione è arrivato un comunicato firmato dal Foligno. La società ha confermato che “a seguito dei test molecolari effettuati nei giorni scorsi, sono stati riscontrati due casi di positività al virus del covid all’interno del gruppo squadra. I tesserati sono stati subito isolati secondo le direttive del protocollo. I test effettuati nella giornata di domenica, sia antigenici che molecolari, hanno invece dato tutti esito negativo”.
Al momento tra i falchetti non ci sarebbe nessun focolaio, ma solo due contagi. Tanto che già da domenica la squadra ha ripreso gli allenamenti. Con tale situazione – in base alle attuali regole – non ci sono gli estremi per poter chiedere un eventuale rinvio della partita di Trestina. Il derby resta dunque in calendario per mercoledì alle 14,30. Martedì, alla vigilia della gara, parleranno sia il tecnico Armillei che il direttore sportivo Cuccagna. Sarà quella l’occasione per capire chi sono gli indisponibili per il derby.
La vicenda covid ha fatto passare in secondo piano gli aspetti sportivi. A cominciare dalla cessione di Alessandro Giannò alla Triestina. Operazione perfezionata all’apertura del mercato il 4 gennaio. Dopo Andrea Battistelli, passato in estate al Monza, si tratta del secondo giovane falchetto approdato al professionismo.

Logo rgu.jpg

di Simone Lini

Aggiungi un commento