Falchetti, turbolenta vigilia col Flaminia: si dimette Marmorini, c'è Tizzoni

Il tecnico ha deciso di mollare vista la situazione che si è creata negli ultimi giorni. Da parte dei tifosi striscioni di protesta e la richiesta al Comune di intervenire

Simone Marmorini

Non c’è pace per il Foligno. Alla vigilia della delicata partita con il Flaminia, Simone Marmorini ha rassegnato le dimissioni da tecnico dei Falchetti. Che la permanenza di Marmorini fosse in forte dubbio lo si era capito già nei giorni scorsi. In mattinata è arrivata l’ufficialità dell’addio.
Il Foligno ha accolto le dimissioni dell’ormai ex tecnico. Alla base, si legge nella nota della società, un rapporto di fiducia con l’allenatore ormai venuto meno e la convinzione di Marmorini che ormai non vi fossero più le condizioni per lavorare serenamente con l’obiettivo della salvezza. A logorare definitivamente la situazione sarebbe stata la gestione del periodo pasquale, con la squadra che è tornata ad allenarsi con alcuni giorni di ritardo.
La guida del Foligno è stata affidata a Riccardo Tizzoni, già secondo di Monaco e Marmorini. Con lui resta come secondo il preparatore dei portieri Gilberto Vallesi. Saranno dunque loro due a sedere in panchina contro il Flaminia e il Cannara mercoledì 27.
Una situazione che certo non tranquillizza un ambiente già in fermento, come dimostrato dagli striscioni di protesta apparsi nei giorni scorsi in diverse vie della città, in cui si è chiesto anche al Comune di intervenire.

Logo rgu.jpg

di Simone Lini

Aggiungi un commento