Foligno, Favilla si presenta: "voglio i giocatori con la bava alla bocca"

Il neo tecnico non vede l'ora di iniziare: "ho sempre sognato di allenare una squadra con questi tifosi". Mercato: in prova il giovane Pennicchi

La presentazione di Alberto Favilla (foto Alessio Vissani)

A Foligno è iniziata l'era di Alberto Favilla. Presentazione e primo allenamento in biancazzurro per l'ex tecnico del Group Castello, che domenica guiderà per la prima volta i Falchetti in campionato contro il Ponsacco. A presentare l'allenatore ternano è stato il direttore sportivo Roberto Damaschi, che ha aperto il suo discorso con un doveroso ringraziamento all'oramai ex tecnico folignate Stefano Petrini: “devo ringraziarlo per quanto di buono ha fatto in questi cinque mesi alla guida tecnica del Foligno. Paga qualche errore suo e gli episodi del calcio ma soprattutto il fatto che quando i risultati non arrivano a rimetterci è sempre l'allenatore. – attacca Roberto Damaschi – Con la scelta di Favilla e del suo secondo Walter Frezza ci rimetto nuovamente la faccia. Con Favilla e Frezza abbiamo trascorso già insieme altre stagioni – prosegue il diesse folignate – ho sempre definito Favilla un maestro di calcio a livello didattico e con lui speriamo di invertire la tendenza. La scelta è ricaduta su di lui anche perché segna una continuità tecnica visto che la nostra squadra è costruita per giocare a calcio”. Parola poi ad Alberto Favilla: “per me è un'occasione importantissima che non voglio fallire – spiega il nuovo allenatore del Foligno – voglio ripagare la fiducia che mi è stata data. Giocheremo la partita ovunque andremo non buttando mai via la palla cercando sempre la vittoria”. Qual'è allora la ricetta per fare bene? Favilla è sicuro. “Il calcio non è solo il gioco. Bisogna avere fame, voglia ed entusiasmo – afferma il tecnico ternano – dobbiamo avere fame e voglia di ripagare questa società ed i tifosi del Foligno. Voglio vedere la bava addosso anche perché abbiamo un pubblico unico ed ho sempre sognato di allenare una squadra con questi tifosi. Un grande obiettivo è riportare la gente allo stadio ”. Entusiasta di essere arrivato a Foligno anche il vice di Favilla, Walter Frezza: “per me è un onore essere qui perché una piazza come questa è il sogno un po' di tutti. Insieme a Favilla cercheremo di cambiare il trend che si è creato in queste ultime partite”. MERCATO – Dopo gli addii di Bravini, Palmieri, Adamo e Gentili, in casa Foligno difficilmente ci saranno nuove uscite entro la chiusura del mercato dei dilettanti, prevista per il tardo pomeriggio di martedì 16 dicembre. Vegnaduzzo dovrebbe quindi rimanere, mentre in prova è arrivato Simone Pennicchi, terzino classe '96 proveniente dalla Triestina.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento