Foligno, la perla di Marianeschi regala al Foligno un avvio da incorniciare

All'esordio contro la Sangiovannese i Falchetti conquistano subito i tre punti. Soddisfatto il tecnico biancazzurro, Antonio Armillei: "Queste sono le vittorie più belle"

Francesco Marianeschi

Grazie a una prodezza balistica di Marianeschi proprio all’ultimo giro di orologio il Foligno ha avuto la meglio sulla Sangiovannese. Il due a uno finale a favore dei falchetti più che dal gioco è stato determinato dagli episodi. Il gol in pieno recupero, propiziato da un pallone recuperato da Mancini. Ma anche il primo vantaggio del Foligno arrivato grazie a un rigore ingenuo di Rosseti poi trasformato da Zerbo. Come pure il pari dei toscani siglato da Romanò, ma con la complicità della retroguardia biancazzurra. Per Armillei comunque va bene così. Il campo pensante non permetteva di fare più e i tre punti sono fondamentali per fare lavorare tranquilli in vista del derby con la Tiferno. "Queste sono le vittorie più belle ed è un successo importante. Ci permette di partire con il piede giusto - commenta Antonio Armillei, tecnico biancazzurro -. Su un campo così pesante non era facile giocare: nel primo tempo siamo andati meglio noi, poi la ripresa è stata più equilibrata. Sono gare dove l'episodio sposta gli equilibri". Migliore in campo per il Foligno è stato Marianeschi, non solo per il gol realizzato. Il centrocampista ha promosso la prova di carattere del Foligno. "L'intenzione era quella di fare gol e stavolta è andata bene - afferma Francesco Marianeschi raccontando il suo gol -. La prestazione di oggi è ingiudicabile, perché con un campo del genere i valori tecnici si annullano. Mi è piaciuto il fatto che non abbiamo mai mollato, abbiamo dimostrato carattere".

Logo rgu.jpg

di Simone Lini

Aggiungi un commento