Futsal: ottimo esordio per il Foligno. Pari per la Maran Nursia

Per i Falchetti tripletta di capitan Felicino nella trasferta marchigiana. Al PalaRota di Spoleto il Futsal Aprutino nega la gioia della vittoria ai padroni di casa

La Maran Nursia festeggia dopo un gol

Una vittoria ed un pareggio. Sono questi i risultati di Foligno Calcio a 5 e Maran Nursia arrivati nella prima giornata di campionato. Avvio con il segno “X” per i bluarancio di Da Silva, che al PalaRota di Spoleto contro la compagine del Futsal Aprutino hanno trovato il primo punto stagionale. Di Paolucci e De Carvalho le reti della Maran Nursia, rispettivamente una per tempo. Per il Futsal Aprutino invece le marcature sono state di Iezzi e Di Muzio, tutte nella prima frazione di gioco. Grande entusiasmo invece per i biancazzurri di Monsignori, che all'esordio in trasferta chiudono la pratica Porto San Giorgio con un netto 1-5. Al PalaSavelli di Porto San Giorgio una gara senza storia, con Felicino e compagni capaci di ottenere il primo successo stagionale grazie ad una buona prova. Per i Falchetti è arrivata la tripletta di Felicino, insieme alle reti di Bebetinho e De Moraes. Per la Maran Nursia, a commentare il pareggio è stato il capitano, Danilo Trapasso: ““Il pareggio è un risultato che ci può stare – dice a caldo il capitano – era l'esordio in un match ufficiale e ci è servito per assaggiare quelli che sono i nostri obiettivi”. Umore diverso in casa Foligno. «C’è tanta soddisfazione per la vittoria di sabato a Porto San Giorgio, – ha affermato il Falchetto Giordano Albani - forse nel primo tempo eravamo un po’ contratti a causa della tensione dell’esordio, però penso che nella ripresa ci siamo sciolti, abbiamo imposto il nostro gioco ed è uscito il meglio di noi stessi. Non importa se non ho segnato: sono un giocatore che si mette a disposizione del mister e della squadra senza pensare agli obiettivi personali. Preferisco vincere tutte le partite senza segnare mai. Sono felice per la tripletta di Felicino: è un grande amico”.

Fabio Luccioli

di Fabio Luccioli

Aggiungi un commento