La B-Side Roller torna a farsi sentire: “Pista di pattinaggio entro giugno”

Nuovo appello all’amministrazione Mismetti dall’associazione sportiva folignate che conta 120 iscritti. “Vogliamo certezze, non solo promesse”

Gli atleti dell'Asd B-Side Roller di Foligno

“Vogliamo certezze, non solo promesse”. E’ il grido lanciato a Foligno dall’Asd B-Side Roller, che torna ancora una volta a chiedere con forza all’amministrazione comunale, in primis, una struttura nella quale far allenare i propri ragazzi. Nonostante i proclami del Comune di Foligno, infatti, i circa 120 atleti iscritti alla società continuano ad essere sballottolati a destra e a sinistra senza avere uno spazio tutto loro da utilizzare sia per la preparazione che per le competizioni. I ragazzi e le ragazze della B-Side Roller si allenano oggi negli spazi del dopolavoro ferroviario di via Piave, mentre quando si tratta di gareggiare sono costretti a farlo a Valtopina. All’interno del cosiddetto “pallone”, “una struttura che - dicono - ci è stata gentilmente concessa dal Comune ma che richiede un investimento di 6mila euro l’anno per il solo riscaldamento, che - denunciano - non è mai tale e che, non disponendo di una pista regolamentare, non permette agli atleti di crescere ulteriormente”. Non sembra andar meglio la situazione per quanto riguarda le strutture all’aperto. Nonostante i soldi stanziati dall’Oma come corrispettivo per l’utilizzo dell’area vicino all’aeroporto in cui si trovava la pista, il Comune non ha ancora proceduto con i lavori - peraltro annunciati - di realizzazione della piastra da destinare al pattinaggio nel quartiere di Sportella Marini. “I soldi ci sono - denunciano - le buste per l’appalto sono state aperte, ma non si conoscono ancora i tempi di realizzazione. Chiediamo - è l’appello - che possa esser fatta almeno entro i primi giorni di giugno e che qualcuno, a lavori fatti, ci aiuti a coprirla, aiutandoci ad avere uno spazio tutto nostro”. Anche perché altrove l’aria non è migliore. Disastrose le condizioni in cui versa la pista dell’Agorà, mentre per quanto riguarda quella di Prato Smeraldo, essendo un’area verde non è adatta agli allenamenti. Ci sarebbero, poi, delle piccoli frizioni con i residenti - spiegano dall’Asd B-Side Roller - sull’utilizzo della superficie, che versa anche in questo caso in una situazione di degrado “con scritte a terra e vetri rotti”. “L’avevamo pulita e sistemata - lamentano - ma siamo stati cacciati via. Per il momento - aggiungono - ci alleniamo in una piastra che si trova nell’area dei camperisti nella zona de La Paciana, che però ha un fondo non proprio adatto”. Nonostante tutto, però, l’associazione va avanti. Anche quest’anno, infatti, ha organizzato il Campionato nazionale Acsi che prenderà il via domani, giovedì 10 maggio, per poi concludersi nella giornata di domenica. In arrivo, a Foligno, circa 700 atleti, provenienti anche da fuori regione. Insomma un bell’indotto per il territorio, al quale l’Asd B-Side Roller chiede solo un po’ di ascolto e di supporto.

Logo rgu.jpg

di Maria Tripepi

Aggiungi un commento