Troppo Trastevere per il Cannara: in terra laziale finisce 4-2

Il tandem Mortaro-Ubaldi non basta ad Alessandria per avere la meglio della capolista. Umbri in vantaggio dopo sette minuti, ma la compagine romana poi cala il poker

Un particolare di un campo di calcio

Il Cannara cade sul campo della capolista e incassa il poker dal Trastevere, forte di un Simone Milani in stato di grazia. Visto l'acciacco di Bazzoffia nel pre-partita ed i forfait - già annunciati - di Bei e Frustini, Alessandria disegna il solito 3-4-1-2 ma punta sull'inedito tandem Mortaro-Ubaldi in avanti, con la sorpresa Jallow nei cinque di centrocampo dal 1'. Nell'altra metà campo, anche Pirozzi ha qualche infortunio da considerare, con Bertoldi ultimo solo in ordine cronologico alla lunga serie di indisponibili; per i romani è dunque 4-2-3-1, con il tridente Crescenzo-Milani-Lorusso a supporto dell'unica punta Fabrizio Roberti. La prima palla gol ce l'ha il Trastevere, con lo stesso Crescenzo che si fa parare un tiro sul primo palo da Lori; 5' dopo il Cannara risponde su corner di Moracci, ma Jallow manca di qualche centimetro il tap-in. Passano 2' e gli ospiti trovano la rete: Bagnolo dalla sinistra si accentra e calcia a giro, la conclusione si stampa sul palo ma per Ubaldi è facile incornare a porta vuota e portare in vantaggio i rossoblù. La squadra di Pirozzi sembra soffrire ma al 22' aggancia il pari, con Roberti che calcia di contro balzo dalla distanza e trova l'angolino alla sinistra di un Lori non impeccabile. I padroni di casa alzano la testa e sembrano prendere in mano la partita ed alla mezz'ora ribaltano il risultato: Lorusso stoppa al volo il cross di Milani e con un palleggio si libera della marcatura, incrociando sul palo lontano per fare 2-1. Riaperte le ostilità, il Trastevere trova subito il terzo gol con lo stesso Milani, il migliore tra i suoi, che trova l'angolino da posizione defilata. L'esito del match sembra ormai scritto quando De Sanctis perde un brutto pallone e manda in gol Lorusso al 15', ma Corrado, appena entrato in campo, accorcia le distanze e fa 4-2. Alessandria prova a tornare in partita rischiando l'ingresso di Bazzoffia, ma la rovesciata di Crescenzo, che al 38' grazia Lori da due passi, è l'ultimo atto di una gara all'insegna del fair play, vinta dal Trastevere senza particolari demeriti da parte del Cannara.

TRASTEVERE (4-2-3-1): Casagrande; Rizzi, Sbardella, Tarantino, Tancredi (33' st Cervoni); Sabelli, Sannipoli; Crescenzo (44' st Conti), Lorusso 7 (47' st Bartolotta), Milani (28' st Squerzanti); Roberti (25' st Tajarol). A disp.: Cataldo, Giordani, Massimo, Fontana. All.: Pirozzi

 

CANNARA (3-4-1-2): Lori; Lira Ferreira, Moracci, Orazzo; De Sanctis (35' st Bazzoffia), Mattia, Ravanelli 5 (17' st Cerboni), Jallow (11' st Corrado); Bagnolo; Ubaldi (39' st Lavano), Mortaro. A disp.: Cocchini, Chiacchierini, Brunetti, Mattioli, Faraghini. All.: Alessandria

 

ARBITRO: Leonardo Mastrodomenico di Matera (Pilleri - Bianchi)

 

MARCATORI: 7' pt Ubaldi (C), 22' pt Roberti (T), 30' pt, 6' st Milani (T), 15' st Lorusso (T), 18' st Corrado (C)

 

NOTE: Ammoniti Tarantino, Crescenzo, Ubaldi. Recupero: 1' pt, 4' st

Logo rgu.jpg

di Francesco Saverio Miliani

Aggiungi un commento