Uc Foligno, terza perla stagionale per Proietti Gagliardoni

Sugli sterrati di Arcille il talento della società folignate ha trionfato per la categoria Allievi. Il giovane ciclista ha ottenuto il successo sbaragliando tutta la concorrenza

Mattia Proietti Gagliardoni sul podio di Arcille

Sulle strade, o per meglio dire sugli sterrati, della Toscana è arrivato un nuovo trionfo stagionale per gli Allievi dell’UC Foligno, impresso a fuoco col marchio di Mattia Proietti Gagliardoni. Il classe 2007 assisano si è imposto a modo suo nel 1° Trofeo Arcille, in scena nel grossetano nella mattinata di domenica 21 agosto, staccando senza appello tutti i rivali nel finale di una corsa dalla non banale caratura tecnica.

La prova, di 75,2 km totali e articolata in un circuito da ripetere 5 volte, presentava come piatto forte di ciascuna tornata il GPM della Sabatina, lungo 2 km e tutto su strada bianca. Un’ascesa cucita su misura sulle caratteristiche del campione regionale umbro di categoria, molto attento nel presidiare le posizioni d’avanguardia del plotone sin dai primi passaggi. Grazie anche ad un’oculata gestione delle energie l’alfiere dell’UC Foligno è quindi salito in cattedra proprio nell’ultimo giro, piazzando un attacco di quelli cattivi sin dalle prime rampe della salita. Una mossa che ha spinto alle corde i restanti componenti del gruppo dei migliori, già ridotto in quella fase a poco meno di 20 unità, costretti poi a capitolare del tutto nella successiva discesa. Dopo aver scollinato con un margine non troppo ampio sui più immediati inseguitori Proietti Gagliardoni si è esaltato soprattutto nella picchiata verso il traguardo di Arcille, molto tecnica e dal fondo non in perfette condizioni, sfruttando le sue doti nella guida del mezzo per far lievitare il vantaggio. Una condotta da funambolo che ha permesso al talento in maglia nerazzurra di sfilare in parata sulla retta d’arrivo, forte di un gap di 1’ tondo sul drappello alle sue spalle, regolato da Marco Merola (AC Fosco Bessi Calenzano).

Un successo, il terzo stagionale, più che mai rappresentativo della classe di Proietti Gagliardoni, avvezzo nelle sue giornate migliori a portare a termine delle spettacolari cavalcate solitarie. Il ds Luciano Piermatti e tutta l’Uc Foligno non possono quindi che godersi il loro gioiellino, cercando di assecondare il più possibile la sua attitudine da corridore polivalente. Per gustarsi un ulteriore saggio di questa attitudine ci sarà adesso da attendere soltanto fino a mercoledì, in occasione della prova “tipo pista” di Terni, prossimo appuntamento della calda estate dei Falchetti.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento