Vegnaduzzo si sblocca e il Foligno vince. Trestina ko al "Blasone". PHOTOGALLERY

L'attaccante argentino segna su rigore e regala ai Falchetti i primi tre punti stagionali al "Blasone". Foligno in testa alla classifica con Gavorrano e Ponsacco

Urbanelli sprinta (foto Alessio Vissani)

FOLIGNO – Vegnaduzzo si sblocca anche in campionato ed il Foligno vince la sua seconda partita consecutiva. E' bastato un tiro dagli undici metri per regalare ai ragazzi di Petrini il primo successo in campionato al “Blasone”, con i Falchetti che allungano la striscia positiva di risultati e ottengono la vetta della classifica in coabitazione (al momento) con Gavorrano e Ponsacco. Per il Trestina la gara si era messa in salita già alla vigilia, viste le pesanti assenze di Mancini e Manuali. Ma a complicare ancora di più la vita a Valori ci si è messo anche lo scellerato intervento di Tempesta su Urbanelli al 4' del primo tempo. L'ex Gualdo Casacastalda mette già Tatanka e per Meraviglia di Pistoia non ci sono dubbi: è rigore. Dagli undici metri va Vegnaduzzo che trasforma spiazzando Nicola Ceccagnoli. Praticamente impossibile nel primo tempo vedere un'azione del Trestina. Il Foligno allora ci prova al 10' con un cross dalla sinistra di Petterini. Vegnaduzzo non ci arriva di testa e sulla respinta corta di un difensore ospite è Urbanelli il più lesto a calciare, ma Ceccagnoli chiude tutto. Il premio del migliore in campo va al Pocho De Costanzo con azioni come quella del 18', quando l'attaccante romano crea scompiglio nell'area bianconero e prova poi a calciare, ma la traiettoria è sbilenca e la palla non entra. Passano tre minuti e De Costanzo è ancora abile ad andare via sulla sinistra. Palla al centro per Vegnaduzzo che si tuffa di testa ma sbaglia l'angolazione. Prima dello scadere si fa male Marani e al suo posto entra Monaco. Petrini cambia piazzando Menchinella al centro della difesa. Sempre nel primo tempo da segnalare anche un tiro di Urbanelli (34') che però finisce alto. Nella ripresa la foga agonistica del Foligno cala, ma il Trestina non riesce ad approfittarne. La squadra di Valori solamente nei minuti finali prova a creare un po' di scompiglio, ma alla fine di azioni vere nemmeno l'ombra. Al 18' Coresi calcia una punizione tesa in area con Vegnaduzzo che ci arriva con la testa ma il suo tiro viene chiuso da Nicola Ceccagnoli. Un minuto dopo la mezz'ora punizione di Morvidoni che finisce alta sopra la traversa. Stesso discorso per la punizione di Alessio Ceccagnoli al 46'. Dieci minuti prima era stato invece Coresi ad avere il pallone buono tra i piedi, ma Nicola Ceccagnoli era stato bravo a chiudere di pugno.

In fondo all'articolo la photogallery di Alessio Vissani

FOLIGNO-TRESTINA 1-0

FOLIGNO (4-3-3): Biscarini, Calzola, Marani (30'pt Monaco), Ciurnelli, Petterini, Menchinella, Coresi, Montanari (1'st Ciampa), De Costanzo (25'st Fondi), Vegnaduzzo, Urbanelli. A disp.: Palmieri, Bravini, Luchini, Gentili, Fiordiani, Chiani. All.: Petrini.

TRESTINA (4-4-1-1): Ceccagnoli Nicola, Morise, Tempesta, Matarazzi, Cignarini (20'st Simoni), Vinagli, Francesconi (13'st Pacciarini), Morvidoni, Orecchiuto (40'pt Berradi), Ceccagnoli Alessio, Polito. A disp.: Massetti, Monsignori, Picchirilli Mariangeli, Botteghi, Salis. All.: Valori.

ARBITRO: Meraviglia Francesco di Pistoia (Blasi-Sclavi).

MARCATORI: 5'pt rig. Vegnaduzzo (F).

NOTE: Giornata nuvolosa, terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori: 300 circa. Ammoniti: Coresi (F), Petterini (F), Vinagli (T). Al 4'pt espulso Tempesta per fallo da ultimo uomo su Urbanelli. Al 2'st allontanato dalla panchina Roberto Ceccagnoli, dirigente del Trestina, per proteste Angoli: 5-3 per il Foligno. Recupero: pt 3'; st 4'.

 

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento