Volley A2, la Monini Marconi riparte da Livorno

Dopo l’eliminazione dalla Coppa Italia, i ragazzi di coach Luca Monti si preparano al prossimo appuntamento di campionato con l’Acqua Fonteviva Apuana

Willy Padura Diaz e Mattia Rosso

La Monini Marconi riparte dal “Bastia” di Livorno. Accantonata l’eliminazione dalla Coppa Italia per mano di Bergamo, gli oleari tornano a pensare al campionato. Dopo il turno di riposo, il prossimo impegno è in casa dell’Acqua Fonteviva Apuana ed è in programma per domenica 20 gennaio alle 18.

La parola d’ordine è concentrazione, come spiegato dal capitano gialloblù Mattia Rosso, che dopo la sconfitta contro i bergamaschi, commenta così l’imminente partita del girone di ritorno: “Ora testa al campionato perché a Livorno ci saranno in palio punti molto importanti”. “Sarà una trasferta difficile - ha concluso - ma noi vogliamo a tutti i costi riprendere la striscia delle vittorie”.

Sei quelle messe in fila fino ad oggi, l’ultima delle quali conquistata in casa contro la Roma Volley per tre set a zero. Di fronte, come detto, i ragazzi di coach Luca Monti si ritroveranno i toscani dell’Acqua Fonteviva Apuana, che nel girone di andata riuscirono ad avere la meglio al termine di cinque combattutissimi set. Al momento la squadra è sesta in classifica a meno 9 lunghezze dalla Monini ed è reduce dalla vittoria in cinque set ad Alessano. Decisive le giocate di Paoli. Ma gli oleari dovranno prestare molta attenzione anche al palleggiatore Jovanovic, già incrociato a Bergamo nei playoff lo scorso anno, e allo schiacciatore Paolo Zonca, grande agonista e capace di esaltarsi come pochi nell’arco di un singolo match.

“Credo che dobbiamo ritrovare un po’ di certezze nelle partite decisive - spiega il tecnico in seconda Marco Lionesi -. Ci manca un’altra vittoria come quella di Santa Croce per affermarci e consolidarci, ma siamo tutti molto ottimisti per il prosieguo della stagione”. Per fare bene coach Luca Monti avrà a disposizione tutti i suoi giocatori, fatta eccezione per Katalan che già a Bergamo era indisponibile per un problema alla caviglia.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento