Nel weekend oltre mille cicloturisti sulle strade de La Francescana

Grande successo di pubblico per la sesta edizione della manifestazione che ha rinunciato alla consueta ciclostorica consentendo ai partecipanti di pedalare in solitaria 

La Francescana (foto Facebook - La Francescana)

Nonostante i limiti imposti dal Covid-19, La Francescana si conferma la cicloturistica più importante dell’Umbria. La sesta edizione si è conclusa con un grande successo di pubblico. Una sfida vinta per gli organizzatori che, in questo 2020, al fine di evitare  assembramenti - di fatto scontati alla partenza e nei punti ristoro disseminati lungo il percorso - hanno cambiato veste all’evento, riuscendo comunque a renderlo unico.

Più di 1000 i cicloturisti che hanno aderito alle manifestazione con arrivi e partenze spalmati in tre giorni, liberi di percorrere i cinque tracciati ciascuno a proprio piacimento, evitando così pericolosi assembramenti. Cicloturisti arrivati in Umbria da ogni dove e con mezzi di ogni tipo, come il velocipede proveniente dal Belgio. Tante anche le famiglie che si sono volute cimentare nell’impresa che, come detto, si è avvalsa di cinque diversi percorsi. Inaugurato, per l’occasione, anche il percorso permanente di 166 chilometri che ha coinvolto ben dodici Comuni della Valle Umbra da Assisi a Spoleto.

Una partecipazione inaspettata, dunque, per gli organizzatori che per rendere più fruibile il tutto hanno messo a disposizione dei partecipanti mappe cartacee con QR Code per scaricare i percorsi, ma anche un kit contenente - tra l’altro - un “passaporto” da timbrare nei punti stabiliti come segno indelebile della propria partecipazione e i gadget dell’azienda Campagnolo. Tutto questo immersi in un territorio con un grande valore paesaggistico, storico e culturale. Presenti all’inaugurazione della sesta edizione de La Francescana anche gli assessori allo sport e al turismo del Comune di Foligno, Decio Barili e Michela Giuliani, e il presidente del Coni regionale, Domenico Ignozza.

Grande successo per la ciclostorica, ma non solo. Importante partecipazione anche alle iniziative culturali collaterali come la mostra Campagnolo e gli incontri con gli autori Gino Cervi, Marco Pastonesi, Guido Rubino e Giancarlo Brocci, patron dell’Eroica. Tornando alla costituzione di un percorso permanente de La Francescana, sono già partiti i lavori per i progetti di tabellazione stabile con Comuni, enti, istituzioni ed operatori territoriali coinvolti che hanno espresso grande interesse e disponibilità alla realizzazione del progetto.

Logo rgu.jpg

di Nathan Apolo

Aggiungi un commento