Nocera Umbra, Laura Chiatti madrina del Palio dei quartieri

L’attrice sarà ospite della manifestazione in occasione della serata dedicata ai cortei storici di Borgo San Martino e Porta Santa Croce

Laura Chiatti

Sarà Laura Chiatti la madrina del Palio dei quartieri in quella che sarà l’edizione del trentennale, in programma dal 5 all’11 agosto a Nocera Umbra. L’attrice umbra sarà ospite della manifestazione storica nella serata di martedì 6 agosto, in occasione dei cortei storici di Borgo San Marino e Porta Santa Croce in piazza Umberto I. Laura Chiatti interverrà al Palio nocerino per testimoniare l’importante collaborazione della manifestazione e dell’Ente guidato da Alberto Scattolini con il Comitato per la vita “Daniele Chianelli”, associazione Onlus che opera sul fronte della ricerca e della cura delle leucemie, linfomi e tumori di adulti e bambini. Collaborazione che si era già concretizzata alcuni mesi fa nel convegno medico che il Comitato aveva tenuto a Nocera Umbra in occasione dei suoi 29 anni di vita proprio in collaborazione con l’Ente Palio dei quartieri. Tornando alla manifestazione nocerina, il sipario si alzerà ufficialmente lunedì 5 agosto con la cerimonia inaugurale alle 21.30 in piazza Caprera. La manifestazione proseguirà fino a domenica 11 agosto con rievocazioni storiche e sfide: i cortei storici dei due quartieri martedì 6 agosto, la nuova Disfida delle fontane con arco storico mercoledì 7, le rievocazioni e gli allestimenti teatrali nei vicoli del centro storico giovedì 8 e venerdì 9, la consegna del Premio speciale sabato 10 e, infine, le gare della Dama infedele domenica 11. Prove che serviranno a decretare il vincitore del Palio 2019. Intanto, sabato 20 luglio si inizierà già a respirare aria di Palio con l’inaugurazione della mostra del maestro Aldo Canzi, autore del drappo che verrà consegnato al quartiere vincitore del trentennale. L’appuntamento è alle 18 a palazzo Dominici, in corso Vittorio Emanuele. La mostra rimarrà aperta fino al 16 agosto.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento