Papa Francesco sceglie don Cristiano Antonietti come cerimoniere pontificio

Il sacerdote folignate dirigerà le cerimonie papali e cardinalizie. Il sindaco Zuccarini: “Una splendida notizia anche per la nostra città e per tutta la comunità locale”

Don Cristiano Antonietti

Nuovo incarico in Vaticano per don Cristiano Antonietti, segretario di Nunziatura in servizio alla Sezione per gli Affari generali della Segreteria di Stato. Papa Francesco lo ha infatti scelto come cerimoniere pontificio. La nuova nomina del sacerdote folignate è stata ufficializzata nella giornata di lunedì 11 ottobre con la pubblicazione sul bollettino vaticano. Lo stesso che ha sancito il passaggio di ruolo di monsignor Diego Giovanni Ravelli da capo ufficio nell’Elemosineria Apostolica e cerimoniere pontificio a maestro delle Celebrazioni Liturgiche Pontificie e responsabile della Cappella Musicale Pontificia.

Tornando all’incarico assegnato a don Cristiano, il cerimoniere pontificio assiste il Papa nelle funzioni sacre e, in particolari circostanze, anche i cardinali. Inoltre, i cerimonieri pontifici hanno il compito di preparare e guidare, sotto la direzione del Maestro, le ordinazioni dei vescovi e le benedizioni degli abati che si tengono a Roma e impartite dal Santo Padre, oltre ad altre celebrazioni stabilite dal Maestro. Don Cristiano Antonietti, che a Foligno ha ricoperto anche l’incarico di vicario parrocchiale a San Giuseppe Artigiano, era stato ordinato sacerdote il 25 settembre 2011 dall’allora vescovo di Foligno. Per monsignor Gualtiero Sigismondi la prima ordinazione presbiterale da quando aveva assunto la guida pastorale della chiesa folignate.

E all’indomani della nuova nomina di don Cristiano Antonietti a cerimoniere pontificio a congratularsi con il sacerdote folignate è stato anche il sindaco Stefano Zuccarini. “Esprimo le più vive congratulazioni, anche a nome dell’amministrazione comunale, al reverendo Cristiano Antonietti - ha dichiarato in una nota -. Si tratta di una splendida notizia anche per la città di Foligno e l’intera comunità locale, che vede un illustre concittadino - ha concluso Zuccarini - assurgere ad un così delicato quanto importante incarico ai vertici vaticani”.

Logo rgu.jpg

di Maria Tripepi

Aggiungi un commento