Lo spellano Elvio Marchionni impreziosisce la Bibba del cinquantenario del Concilio vaticano secondo

A Spello la cerimonia alla pinacoteca. Numerose le autorità politiche e religiose presenti per vedere da vicino le tavole del maestro. L'esposizione presenta dieci opere inedite

La presentazione della Bibbia del cinquantenario dal Concilio vaticano secondo

La Bibbia del Cinquantenario del Concilio Vaticano II, con al suo interno le dieci tavole del maestro Elvio Marchionni è stata presentata a Spello, nei locali della Pinacoteca Civica e Diocesana, dove è allestita la mostra “Elvio Marchionni tra sacro e profano”, visitabile fino al 6 gennaio. 

L’esposizione presenta 10 opere inedite, 8 tavole a cui si aggiungono la copertina e il frontespizio della Bibbia.

Queste opere, nel dettaglio, ritraggono: la Natività, Isaia nel Tempio, San Pietro e San Paolo, La Pentecoste, L’Apocalisse, Giuditta e Oloferne, Le Tavole di Mosè.

Numerose le autorità politiche e religiose presenti alla presentazione, tra cui il sindaco della città Moreno Landrini, il parroco della parrocchia di Santa Maria Maggiore Don Diego Casini,Monsignor Fortunato Frezza, il sindaco di Assisi, Stefania Proietti che ha portato il saluto della città.

“Il Mastro Elvio Marchionni da sempre è qui a Spello con le sue opere, la sua arte, che oggi con la straordinaria occasione di Monsignor Frezza della pubblicazione della Bibbia aggiunge molto a questo percorso dell’artista nostro concittadino – sono le parole di Landrini -. Questa mostra non a caso ha una durata particolarmente lunga: iniziata nel mese di agosto, si concluderà a gennaio. È una cosa voluta, perché non poteva avere una durata di 15 o 30 giorni ma doveva essere un racconto che si snoda in un arco temporale più ampio”.

Elvio Marchionni raccontando della sua esperienza al momento della pittura delle tavole ha parlato “di un’esperienza molto coinvolgente che lo ha portato a concluderle in brevissimo tempo. Il difficile è quando si esce da questa condizione e si prova una sorta di vuoto”.

Il volume contiene la traduzione italiana della Bibbia promossa dalla Conferenza Episcopale Italiana (CEI) e il commento generale integrale.

Le operazioni di traduzione e revisione cominciarono nel 1988 e terminarono nel 2008. 

Nel 2016 Don Fortunato Frezza scoprì questo commento, di grande valore, il 12 settembre. Da 7 dicembre 2018 al 30 ottobre 2019 sono stati svolti i lavori di fotocomposizione del testo, impaginazione, correzione delle bozze e infine pubblicazione tipografica del volume.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento