17 C
Foligno
sabato, Aprile 13, 2024
HomeEconomiaIl Centro regionale di Protezione civile si "allarga": in...

Il Centro regionale di Protezione civile si “allarga”: in arrivo oltre un milione di euro

Pubblicato il 20 Giugno 2014 13:24

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

La nave di Festa di Scienza e Filosofia verso l’attracco: tocca a Fabbri e Battiston

Ventidue le conferenze in agenda per l’ultima giornata, quella di domenica, ma anche tanti laboratori ed eventi ad attendere il pubblico. A poche ore dalla chiusura superate le 10mila prenotazioni: si sta per chiudere un'edizione straordinaria dedicata al Mediterraneo

Non rispetta la semilibertà: trentacinquenne sconterà i tre anni di pena in carcere

L'uomo originario dell'Ecuador era residente a Spello, ma è stato trovato dai carabinieri ubriaco a Bastia Umbra. Per lui si sono aperte le porte del carcere di Spoleto

Elezioni, a Campello sul Clitunno il centrodestra sceglie Fabiana Grullini

L'attuale consigliere comunale del Gruppo misto aveva già rivestito il ruolo di assessore nel 2019 con l'attuale giunta guidata da Maurizio Calisti. Le prime parole: "Con me squadra che rappresenta sensibilità e professionalità"

Un milione e 653 mila euro. A tanto ammontano le risorse impegnate dalla Regione Umbria per la realizzazzione dell’autoparco regionale di Protezione Civile di Foligno. Le struttre di servizio del centro regionale di protezione civile della città della quintana, infatti, verranno ampliate grazie alla realizzazzione di un autoparco – costituito da un complesso industriale realizzato con struttura in prefabbricato, con una potenzialità di posti per 65 veicoli e 16 motocicli – e di un edificio destinato ad ospitare le attività della Croce Rossa. L’autoparco sarà costituto da un unico edificio di un piano a forma rettangolare, con dimensioni 42 x 56 metri con una superficie complessiva di 2400 merti quadri. All’interno della struttura, oltre ai servizi igenici e ai locali adibiti a magazzini e centrale termica, è prevista la realizzazzione di una zona servizi di circa 100 metri quadri. Ad illustrare i criteri che seguirà il progetto di completamento del Centro di Protezione civile è l’assessore regionale ai Lavori pubblici, Stefano Vinti: “Si tratta di un progetto che viene direttamente dagli uffici della regione e che punta ad utilizzare le migliori tecnologie. Inoltre, il progetto seguirà il criterio del risparmio energetico come strumento essenziale per l’abbattimento dei costi in modo da dotare il centro di un moderno autoparco, con l’obiettivo futuro di ampliare ulteriormente il Centro regionale di Protezione Civile”. Per individuare la ditta appaltatrice è stata scelta l’offerta tecnica per cui in sede di gara sono state fornite le migliorie in merito alla qualità architettonica, alla funzionalità degli spazi interni e alla sicurezza. 

Articoli correlati