23.3 C
Foligno
domenica, Maggio 26, 2024
HomeAttualitàL’ex ospedale di Montefalco verso la completa rinascita? L’Usl2 ci sta pensando

L’ex ospedale di Montefalco verso la completa rinascita? L’Usl2 ci sta pensando

Pubblicato il 8 Agosto 2018 12:40 - Modificato il 5 Settembre 2023 15:47

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

“Anziani allontanati dal comizio e identificati”: “giallo” sul comizio elettorale

Il fatto, che stando a quanto riportato da Uniamo Foligno sarebbe accaduo a Belfiore durante l'incontro elettorale del centrodestra, avrebbe riguardato due rappresentanti dell'Us Belfiore che chiedevano la sede per l'associazione: “Il sindaco condanni l'episodio”

Via Flaminia Antica, scuole protagoniste

Il progetto ideato dal Club per l'Unesco di Foligno e Valle del Clitunno ha visto il coinvolgimento di tantissimi istituti del territorio, che hanno approfondito la storia della via di comunicazione romana

Quintana, ecco il palio della Sfida firmato da Mirabella

Il trentaseinne originario di Enna ha firmato il drappo presentato nel corso della Cena Grande e realizzato in collaborazione con Massimo Fiordiponti, storico quintanaro che ha curato la parte sartoriale

Per gridare vittoria è ancora presto, ma il recente avviso pubblicato dall’Usl Umbria 2 lascia intendere come l’obiettivo sia quello di completare, in toto, il recupero dell’ex ospedale civile San Marco di Montefalco. Ed in particolare della porzione di stabile oggi inutilizzata. Dopo il progetto da un milione di euro presentato nel 2014 con cui si pensava di destinare l’immobile in parte al comparto culturale, con l’ampliamento e il miglioramento del Complesso museale di San Francesco, ed in parte a quello sanitario, ora dunque si prova a chiudere il cerchio. Il Comune di Montefalco la sua parte l’ha già fatta. “I lavori all’interno del Complesso museale – spiega il vicesindaco Luigi Titta – sono stati completati. Mancano solo gli allestimenti e poi la nuova area verrà inaugurata”. Attiva e funzionale anche la porzione di stabile occupata dal centro di salute dell’Usl Umbria 2, mentre la Regione ha pubblicato l’avviso di gara per la progettazione del Pes, ossia il punto di erogazione servizi. Completata la parte progettuale, l’Ente di palazzo Donini procederà con il bando di gara necessario all’affidamento dei lavori. L’ultimo tassello è quindi rappresentato dalla porzione dell’immobile  sulla quale l’azienda sanitaria – come detto – è intenzionata, appunto, a tastare il terreno. L’avviso infatti, ad oggi, è finalizzato solo ed esclusivamente a manifestazioni d’interesse e non comporta diritti di prelazione o preferenza, né impegno o vincoli per entrambe le parti. Di certo, però, un punto fermo c’è. Chiunque fosse interessato, infatti, dovrà garantire e mantenere la destinazione sanitaria. “Le possibilità sono svariate – commenta il vicesindaco Titta -. La struttura si presta bene sia come residenza protetta che come casa per anziani, di cui Montefalco avrebbe tanto bisogno, ma anche per ospitare una clinica specializzata”. Quattro le unità cui si riferisce l’avviso: il seminterrato, il piano terra, il cortile ed il parco. Per un valore complessivo di 2 milioni e 600mila euro. Per partecipare, a quella che la stessa Usl Umbria 2 definisce una semplice “indagine di mercato”, ci sarà tempo fino alle 12 del 28 settembre prossimo. “Con quest’ulteriore passo – ha quindi concluso Luigi Titta – si va verso il recupero totale di uno stabile che è fermo da anni, ma che può essere strategico per le economie non solo del territorio montefalchese ma anche dei Comuni limitrofi”. Le manifestazioni d’interesse andranno inviate all’Azienda Usl Umbria 2, Ufficio Protocollo, Viale Donato Bramante, 37, 05100 Terni.

Articoli correlati