18.9 C
Foligno
giovedì, Giugno 13, 2024
HomeEconomiaA Foligno giovani ed imprese dialogano per umanizzare l'economia

A Foligno giovani ed imprese dialogano per umanizzare l’economia

Pubblicato il 20 Febbraio 2020 18:41 - Modificato il 5 Settembre 2023 14:04

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Dopo otto anni di stop riapre l’Osservatorio astronomico di Foligno

Giovedì 13 giugno alle 21 la realtà che si trova all'interno della Torre dei Cinque Cantoni dedicherà una serata alla Luna per festeggiare il ritorno alla normalità

Cannara ricorda Valter Baldaccini con l’intitolazione dello stadio

La cerimonia, nel decennale della sua scomparsa, è in programma per sabato 15 maggio e sarà seguita da un torneo internazionale di calcio che vedrà sfidarsi otto squadre composte da clienti storici di UmbraGroup e dal Cluster regionale dell’aerospazio

Università, a Foligno un master su alimentazione e gastronomia

Promosso dall'Unipg in collaborazione con il Centro studi di via Oberdan, il corso prende spunto anche dall'esperienza de I Primi d'Italia. Mantucci: “Occasione significativa”

“Le vostre imprese sono cantieri di speranza per costruire altri modi di intendere l’economia e il progresso”. Partendo da questa riflessione di Papa Francesco UmbraGroup, Smartpeg e Aipec hanno organizzato, giovedì 20 febbraio a Foligno il Convegno “Umanizzare l’economia. Giovani ed imprese in dialogo per creare ambienti di lavoro che valorizzino il potenziale umano”. L’incontro si inserisce tra le iniziative preparatorie a The Economy of Francesco, l’importante evento voluto dal Santo Padre, in programma dal 26 al 28 marzo ad Assisi. L’iniziativa si è tenuta in collaborazione con la Fondazione Valter Baldaccini, la Diocesi di Foligno e il Progetto Cittadini del Mondo ed ha ricevuto il Patrocinio della Città di Assisi e della Diocesi di Assisi, Nocera Umbra e Gualdo Tadino. 

“Umanizzare l’economia – ha raccontato Livio Bertola, Presidente di Aipec – per noi significa mettere la persona “al centro”. È la mission della nostra associazione, ed è quanto io ed altri imprenditori cerchiamo di vivere in azienda ogni giorno. Non siamo solo imprenditori, ma anche professionisti, studenti, lavoratori, casalinghe, pensionati; desideriamo sostenere una cultura del lavoro “civili” e di “comunione”, che si orientano allo sviluppo integrale della persona attraverso la ‘cultura del dare’”.

“Sono fiero di aver promosso questo convegno – dichiara Antonio Baldaccini, CEO & president UmbraGroup – che tocca una corda molto cara ad UmbraGroup: il concetto di umanità. La nostra azienda si ispira a valori etici e cristiani, partendo dall’idea che l’impresa è un bene comune, di tutte le persone che vi lavorano e, più in generale, della comunità in cui è inserita. UmbraGroup si ispira ai principi di un’economia di comunione per generare profitto e, quindi, ridistribuire ricchezza nel territorio e anche tra i più bisognosi.

Quello che vogliamo promuovere a questi giovani, imprenditori del futuro, è un’economia del noi, in cui l’altruismo, la passione, la motivazione delle persone sono ingredienti importanti, unitamente al dialogo, strumento di confronto e superamento di tutte le barriere, anche culturali”. 

Quasi 400 giovani e studenti hanno avuto modo di riflettere e confrontarsi sui cambiamenti sociali ed economici che stanno trasformando il modo e la rappresentazione del lavoro, in cui nuove professionalità sostituiscono o integrano vecchi mestieri. Oggi sono richieste nuove competenze digitali e nuove capacità di ripensarsi e rinnovarsi (employability). 

“Possiamo affermare che l’evento “Umanizzare l’economia”, finalizzato al dialogo tra giovani e imprese per valorizzare le potenzialità delle persone, esprime perfettamente il DNA di Smartpeg. Gli effetti dello strapotere dell’economia e della finanza sulle dinamiche sociali ed umane – commenta Gianni Cicogna, Presidente di Smartpeg – sono sotto gli occhi di tutti. Anche la natura, con i suoi cicli millenari, si ribella alla prepotenza del profitto a tutti i costi. 

Questo scenario critico offre sorprendentemente grandi opportunità, una sorta di rinascimento contemporaneo che apre le porte ai giovani ed alla loro possibilità di vivere e condividere l’oggi e il domani con chi li ha preceduti”.

Un’intensa mattinata, moderata dall’autrice e conduttrice Tv2000 Eugenia Scotti, in cui, partendo dai valori di San Francesco, gli studenti hanno avuto modo di dialogare con imprenditori illuminati e docenti universitari che, con i loro input, hanno potuto fornire punti di vista e consigli preziosi per il loro futuro. Non sono mancati i momenti più interattivi e pragmatici, come quello curato da Pietro Isolan e Elenia Penna di Associazione Veraterra, che hanno reso dinamico questo incontro.

Articoli correlati