12.9 C
Foligno
sabato, Maggio 18, 2024
HomeAttualitàCovid, guerra e crisi economica: fotogrammi di un 2022 agli sgoccioli

Covid, guerra e crisi economica: fotogrammi di un 2022 agli sgoccioli

Pubblicato il 31 Dicembre 2022 12:50 - Modificato il 5 Settembre 2023 10:20

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Terzo polo Foligno-Spoleto, il ministro: “Razionalizzazione fondamentale”

Il titolare alla Sanità, Orazio Schillaci, ha visitato alcune strutture sanitarie dell'Umbria: il tuor ha riguardato in particolar modo il “San Giovanni Battista” e il “San Matteo degli Infermi”. Nella città Ducale contestazione all'esterno dell'ospedale

L’Acf Foligno fa chiarezza sull’accordo con il Foligno Calcio e guarda al futuro: “Idee chiarissime”

In una conferenza stampa, il presidente Paolo Zoppi ha risposto al numero uno dei Falchetti, che pochi giorni fa aveva annunciato di non voler “lasciare” la sua società a quella appena approdata in serie D

Conte a Foligno: “Abbiamo bisogno di amministratori locali che facciano il bene comune”

Venerdì mattina l’arrivo in città per sostenere la candidatura a sindaco di Mauro Masciotti per la coalizione progressista. Dal presidente del Movimento 5 stelle l’appello ad andare a votare: “L’astensionismo fa male perché lascia prosperare certa politica”

Un anno di crisi ma anche di grandi cambiamenti, con il Covid in primo piano soprattutto nei primi mesi dell’anno. Un anno di siccità ed emergenza idrica, segnato soprattutto dalla guerra in Ucraina e dalle sue devastanti conseguenze sul fonte economico, con il caro bollette e le crescenti e diffuse povertà fra famiglie e imprese. Il 2022 è stato però anche l’anno dell’annuncio di grandi opere infrastrutturali e della ripresa del turismo per il comune di Foligno. Ripercorriamo le principali notizie di un anno ormai agli sgoccioli, in attesa di salutare l’arrivo del 2023 con i migliori auguri della redazione di rgunotizie.it.

GENNAIO

Il 2022 comincia con un dato positivo: aumentano i nuovi nati. Nei 12 mesi precedenti si erano contati 1.067 parti, un dato in crescita (+100) rispetto al 2020. Intanto, purtroppo, l’Umbria è terza in Italia per positivi al Covid ogni 100mila abitanti: la regione si piazza dietro solo a Lombardia e Toscana. Perugia e Terni tra le province con maggior incidenza. Nella regione una donna su sei partorisce con il Covid. Nel solo mese di gennaio una trentina i casi tra Perugia e Terni, una ventina quelli di mamme senza neanche una dose. Nel momento del massimo imperversare del virus arriva il sì alla fiera di San Feliciano, ma con l’obbligo di Green pass rafforzato per i visitatori. 

FEBBRAIO

A febbraio in Umbria circola anche Omicron 2: “scovati” i primi 7 casi della variante. Ma la curva del contagio scende e cominciano a stabilizzarsi anche quelli tra i giovani. Alla crisi pandemica si comincia ad affiancare quella economica, dovuta al caro energia e il Comune di Foligno annuncia uno stanziamento di 400mila euro in più per le utenze di cittadini e imprese in difficoltà. Il 26 febbraio la manifestazione della città per dire “no” alla guerra in Ucraina: un’iniziativa promossa dalla locale Rete per la pace e il disarmo che si terrà in tutta Italia. 

MARZO

Risale a marzo l’annuncio che per la Variante sud, il progetto definitivo sarebbe arrivato entro fine anno: in consiglio comunale il punto della situazione rispetto alla bretella di collegamento tra Corvia e Cave. Nello stesso mese ambiente al centro dell’attenzione, con la Giornata dell’acqua. Sulla montagna folignate un programma fitto di eventi. Intanto la crisi morde e il “costo” della guerra si riflette sulla filiera del pane: prezzi su del 15%. I panificatori umbri si incontrano  per fare il punto della situazione. Cultura: arriva a Foligno la copia originale della Divina Commedia dalla biblioteca Angelica di Roma e in esposizione al Museo della Stampa. Anas intanto annuncia per la Ss 3 “Flaminia” lavori per 60 milioni di euro. Il mese si chiude con la notizia che Imu, Irpef e canone unico rimarranno invariati anche per il 2022: parola dell’assessore competente, Elisabetta Ugolinelli. 

APRILE

Ad aprile l’annuncio della presenza del ministro dell’Università e della ricerca, Maria Cristina Messa, all’inaugurazione della Festa di scienza e filosofia. Tra gli ospiti dell’undicesima edizione anche il Premio Nobel, Giorgio Parisi. Notizia tra sport e solidarietà quella che vede Andrea Santarelli promotore di una gara per l’Ucraina. Arrivano le festività pasquali e Rasiglia registra il tutto esaurito. Umberto Nazzareno Tonti, presidente dell’associazione che porta il nome del borgo, parla di numeri impressionanti e di visitatori non solo dalle regioni vicine: “Apprezzate – dice – le bellezze paesaggistiche e le tradizioni”. Brutte notizie invece da Inail: in Umbria aumentano gli infortuni sul lavoro: 2.757 le denunce da gennaio a marzo con  2.063 incidenti a Perugia e 694 a Terni, con due decessi. Ad incorrervi, più uomini (in totale 1.592) che donne. La fine del mese porta con sé l’ombra degli aumenti della Tari e un interrogativo sul piano industriale Vus atteso da inizio anno. Il mese di aprile si chiude nel segno della fraternità con l’inaugurazione del Centro pastorale “Fratelli tutti” di viale Ancona, struttura chiamata ad ospitare gli accolti Caritas ma anche a diventare polo di formazione teologica, pastorale ed economica della Diocesi di Foligno, così come voluto da monsignor Domenico Sorrentino, che ne ha fortemente voluto l’apertura, accelerandone i lavori.

MAGGIO

A maggio il Ciac spalanca le porte alla mostra “Una storia nell’arte. I Marchini, tra impegno e passione”, promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno che porta in città Balla, De Chirico, Magritte, Picasso, De Dominicis e Kounellis fino ad agosto. Si parla inevitabilmente ancora di Tari e il sindaco ne annuncia la sospensione (con un tesoretto di 650mila euro) per redditi sotto i 12mila euro. Intanto per l’ospedale di Foligno, la Fondazione Carifol stanzia 253mila euro: 183mila euro per investimenti nel 2022, i restanti 70mila saranno impiegati nel 2023. Tra le operazioni in cantiere l’implementazione della telemedicina e della chirurgia robotica. Si manifesta, infine, la quantificazione dell’aumento della Tari: +10% per i contribuenti, come reso noto in prima commissione consiliare. Polemiche sulla gestione e raccolta dei rifiuti da parte di Valle Umbra Servizi, ma buone notizie sul fronte Covid-19, con il netto calo di nuovi casi. Quanto alla tutela del paesaggio, presentata la candidatura della Fascia olivata tra i “Luoghi del cuore Fai”: il Sentiero degli Ulivi concorrerà nella speciale competizione del Fondo ambiente italiano.

GIUGNO

Giugno mese di Quintana e delle Gaite, che tornano con le loro atmosfere medievali nell’“edizione del rilancio” dopo due anni complicati a causa della pandemia. Sul fronte imprenditoriale invece UmbraGroup annuncia il rinnovo del Cda: Reno Ortolani nuovo presidente. Strade e scuole al centro del vertice tra Provincia e Valle umbra sud: Foligno ha ospitato l’incontro tra la presidente Stefania Proietti e gli amministratori locali per ascoltarne le esigenze e definire gli interventi. Per la viabilità oltre 11 milioni di euro. Tempo di bilanci per Avis che annuncia: “Sulle donazioni di sangue Foligno regge, ma a livello regionale c’è un calo dell’1,21%”. Giostra della Sfida, arriva il trionfo badiolo di Lorenzo Melosso: una grande emozione per lui la vittoria a Foligno; grande il feeling con Look Amazing e grande la gioia del priore Filippo Pepponi. A Spello il gruppo “Arco Romano” trionfatore delle Infiorate e il maestro infioratore Alessandro Fuso si aggiudicano l’ambito trofeo “Properzio” per l’eccellente iconografia. Non solo festa: a giugno esplode il caso del fiume Topino “morente”, con l’ esposto di Impegno Civile indirizzato alle Procure di Spoleto e Perugia, al ministero dell’Ambiente, alla Corte dei Conti e ai carabinieri. La denuncia in un inizio estate dalle temperature record come certificato dagli esperti di Umbria Meteo. A Valtopina con la nomina della giunta comunale ed il conferimento delle deleghe ai consiglieri di maggioranza, entra la nuova squadra di governo capitanata dal neo sindaco Gabriele Coccia.

LUGLIO

Luglio si apre all’insegna dell’emergenza idrica in Umbria, e la governatrice Tesei corre ai ripari con divieti e limitazioni agli attingimenti. Intanto per ridurre il 60% del consumo idrico in agricoltura arriva l’esempio virtuoso di Caprai basato su un sistema di irrigazione controllata che rilascia quantità differenziate di acqua nelle diverse aree del vigneto. Nel mese arriva l’annuncio di una nuova visita di Papa Francesco ad Assisi il 24 settembre per incontrare i giovani economisti, imprenditori e changemaker del mondo per Economy of Francesco. Restando il ambito ecclesiale, sempre di questi giorni l’annuncio che don Ivan Maffeis è il nuovo vescovo di Perugia: “Chiedo – dirà – di divenire figlio di questa terra di santi”. Imprese: Umbria terza in Italia per difficoltà nel reperimento del personale. Lo afferma la Camera di Commercio di Perugia secondo cui, le aziende non ce la fanno a trovare il 47,4% dei dipendenti.

AGOSTO

In agosto l’annuncio del programma da tre milioni di euro per la manutenzione straordinaria delle strade con interventi in 34 arterie, urbane e periferiche di Foligno. Sul fronte sanità la Usl Umbria 2 sale ai vertici nazionali per la copertura e protezione vaccinale dei neonati da malattie potenzialmente gravi. Si parla ancora e sempre più di deficit idrico nel mese più caldo dell’anno che arriva al 70% secondo l’Autorità di bacino distrettuale dell’Appennino Centrale. Da ciò una nuova ordinanza anti-siccità di Donatella Tesei sugli attingimenti. Intanto, sul fronte Covid trend in continuo miglioramento in Umbria: l’incidenza scende a 500 casi. In piena stagione estiva il Comune di Foligno detta le linee strategiche per il futuro sul turismo con oltre 880mila euro di stanziamenti in tre anni previsti dall’amministrazione nel Dup.

SETTEMBRE

A settembre sciopero di Cgil e Cisal per il trasporto pubblico locale; sul fronte sindacale le organizzazioni si dividono tra favorevoli e contrari, con Fit Cisl e Uiltrasporti assenti. Intanto la crisi energetica non ferma la UmbraGroup, con il presidente Ortolani che dichiara: “Vediamo la ripresa”. In occasione dei primi 50 anni di attività, l’azienda ha chiamato a raccolta a Foligno clienti e partner per programmare insieme il futuro. L’ad Notarangelo annuncia: “Pronti al cambiamento”. A fine mese il Papa ad Assisi: Francesco firma il patto con i giovani. Nel suo discorso, il Santo Padre ha chiesto di “guardare il mondo con gli occhi dei poveri”. Arrivano anche i risultati delle elezioni politiche: il centrodestra si prende anche l’Umbria con Fratelli d’Italia che vola e ottiene il 30% delle preferenze, mentre la Lega è sotto il 10%. Il Partito democratico al 20%, mentre il Movimento 5 stelle è al 12%. Nelle elezioni meno partecipate della storia, i risultati in Umbria rispecchiano quelli a livello nazionale. 

OTTOBRE

È ottobre quando il presidente Mattarella assegna a Nemetria la Medaglia di rappresentanza. Il riconoscimento del capo dello Stato è arrivato alla vigilia del 30esimo convegno di “Etica ed economia” dedicato alla tutela del risparmio come difesa sociale. Intanto al Comune di Spello viene conferito un altro riconoscimento: il “Premio urbanistica 2022” per le innovazioni tecnologiche per la gestione Urbana” assegnato al progetto “Un sistema di mobilità alternativa per la città storica più accogliente, attrattiva, accessibile”. Torniamo a Foligno dove, per i 25 anni dal tremendo sisma del 14 ottobre 1997, si è tenuta una breve cerimonia alla presenza dell’amministrazione comunale e dei sindaci che si sono succeduti negli anni con venticinque rintocchi per ricordare la caduta del Torrino. Intanto per le agevolazioni Tari, a Foligno vengono accolte 1.163 domande e 231 sono i soggetti che beneficeranno di riduzioni del 90%. Sul fronte sportivo, il folignate Daniele Santarelli, ct della nazionale femminile di volley della Serbia, vince con le sue ragazze i Mondiali. Nel calcio, invece, un’altra folignate, Tiziana Trasciatti, fa il suo esordio in Serie A come assistente arbitrale. 

NOVEMBRE

Novembre è il mese della rinascita per il San Carlo di Foligno, l’unico teatro presente in città. Dopo una chiusura lunga sei anni a causa dei danni provocati dal sisma del 2016 e importanti interventi di ristrutturazione, lo storico edificio di via Saffi torna a spalancare le proprie porte alla città, annunciando anche l’avvio della prima stagione teatrale curata dalla Compagnia stabile del Teatro San Carlo. Al taglio del nastro presente anche il cardinale folignate Giuseppe Betori, arcivescovo metropolita di Firenze. Folignati indisciplinati e multati per circa 900mila euro: questo, invece, il bilancio tracciato a novembre dal Comando della Polizia municipale che in 9 mesi ha contato quasi 12mila multe. Nello stesso mese, via alla cosa elettorale per il rinnovo dei dieci consigli rionali della Quintana con 184 candidati. Intanto che la crisi economica continui a produrre effetti devastanti è testimoniato anche dall’ultimo rapporto Caritas Umbria, presentato in occasione della IV Giornata dei poveri. È allarme per coloro che “ereditano” la povertà e che rischiano di non migliorare le loro condizioni, ma anche per  i lavoratori “poveri” che pur avendo un salario non arrivano a fine mese. Buone notizie da Spello, che conferma il Marchio di Qualità dei Comuni Fioriti e si prepara a rappresentare l’Italia al concorso francese “Villes et Villages Fleuris”. Notizie meno buone sul fronte rifiuti: continuano i disagi tra mancati ritiri e balconi diventati “discariche” a Foligno. Diverse le criticità segnalate dai residenti sia in centro che nelle periferie. A fine mese la presentazione del Natale a Foligno: in programma oltre 70 appuntamenti. Dall’accensione delle luminarie alla mostra Lego con pezzi da collezione provenienti da tutto il mondo, il cartellone d’eventi prevede anche il Capodanno in piazza della Repubblica. Per quanto riguarda lo sport, invece, Luciano Rossi viene eletto presidente mondiale del tiro a volo. 

DICEMBRE 

Dicembre tempo di bilanci per i vigili del fuoco di Foligno: in un anno oltre 2mila gli interventi. In occasione di Santa Barbara, patrona dei pompieri, il distaccamento cittadino comunica i numeri delle attività svolte. Dopo la riapertura del teatro San Carlo, oggetto di importanti restauri, lo “Zio Scrooge” torna di nuovo sul palco, dopo sei anni di assenza. In scena l’opera natalizia “A Christmas Carol” insieme agli stessi attori e tecnici del 2014. L’atmosfera natalizia si fa intensa con Anghelos, il presepe vivente barocco all’Oratorio del Crocifisso per iniziativa della Pro Foligno e della Compagnia stabile del Teatro San Carlo. E come ogni anno è tornato alla stazione di Foligno Babbo Natale. Un appuntamento promosso dalla Caritas diocesana di Foligno insieme alla Diocesi e alla Fondazione Arca del Mediterraneo ETS. Sul treno della solidarietà è arrivato Babbo Natale, pronto ad incontrare i bambini consegnando doni frutto di una raccolta di solidarietà. Buone notizie sul fronte della ricettività e dell’accoglienza in città: alla “Gonzaga”, in un anno oltre 50mila le presenze per i concorsi. Verso la conclusione un anno intenso, che ha visto un aumento delle attività selettive insieme al consolidamento dell’informatizzazione. L’anno si chiude con il “concertone” in piazza della Repubblica: venerdì 30 e sabato 31 dicembre due serate di musica in piazza della Repubblica con il Paiper. Super piano di sicurezza coordinato dalla Polizia con modifiche alla viabilità. L’ultimo giorno del 2022, però, si apre con la notizia della morte del Papa emerito. Novantacinque anni, Benedetto XVI viene a mancare alle 9:34 del 31 dicembre nel Monastero Mater Ecclesiae in Vaticano. Fu lui, nell’udienza del 20 dicembre 2012 a concedere al Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, il cardinale Angelo Amato, di procedere verso la canonizzazione equipollente di Angela da Foligno, portata poi a compimento da Papa Francesco il 9 ottobre 2013.

Articoli correlati