12.9 C
Foligno
sabato, Maggio 18, 2024
HomeAttualitàL’Esercito di nuovo in campo per sostenere l’Avis di Foligno: in 34...

L’Esercito di nuovo in campo per sostenere l’Avis di Foligno: in 34 donano sangue

Pubblicato il 13 Aprile 2023 12:31 - Modificato il 5 Settembre 2023 10:03

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Terzo polo Foligno-Spoleto, il ministro: “Razionalizzazione fondamentale”

Il titolare alla Sanità, Orazio Schillaci, ha visitato alcune strutture sanitarie dell'Umbria: il tuor ha riguardato in particolar modo il “San Giovanni Battista” e il “San Matteo degli Infermi”. Nella città Ducale contestazione all'esterno dell'ospedale

L’Acf Foligno fa chiarezza sull’accordo con il Foligno Calcio e guarda al futuro: “Idee chiarissime”

In una conferenza stampa, il presidente Paolo Zoppi ha risposto al numero uno dei Falchetti, che pochi giorni fa aveva annunciato di non voler “lasciare” la sua società a quella appena approdata in serie D

Conte a Foligno: “Abbiamo bisogno di amministratori locali che facciano il bene comune”

Venerdì mattina l’arrivo in città per sostenere la candidatura a sindaco di Mauro Masciotti per la coalizione progressista. Dal presidente del Movimento 5 stelle l’appello ad andare a votare: “L’astensionismo fa male perché lascia prosperare certa politica”

L’ultima volta era stata il 17 giugno scorso, quando in 30 – tra ufficiali, sottufficiali e graduati dell’Esercito – si erano recati al Servizio immunotrasfusionale del “San Giovanni Battista” di Foligno per donare il sangue. E ora, a distanza di dieci mesi, l’iniziativa si è ripetuta. Nella mattinata di giovedì 13 aprile, infatti, una delegazione di 34 membri della caserma “Gonzaga”, guidata dal comandante del Centro di selezione e reclutamento nazionale dell’Esercito, il generale di brigata Vincenzo Spanò, ha varcato la porta al primo piano dell’ospedale cittadino per una nuova donazione di gruppo, tra sangue intero e plasmaferesi. Si tratta della prima del 2023 e che rinsalda la già stretta sinergia tra l’Avis di Foligno e la caserma di viale Mezzetti, che va avanti da ormai diverso tempo. Un’iniziativa che arriva in un anno speciale per il sodalizio guidato dal presidente Emanuele Frasconi, che festeggia i 70 anni dalla sua nascita. E così, per celebrare quest’importante traguardo l’Esercito ha deciso di tornare in campo per sostenere la sezione folignate dell’Avis ed al contempo lanciare un messaggio forte all’intera comunità: quello, cioè, dell’importanza della donazione. “Il 2023 è partito abbastanza bene per quanto riguarda la donazione di sangue intero – ha commentato il presidente di Avis Foligno, Emanuele Frasconi -, altrettanto non possiamo dire però, purtroppo, della plasmaferesi, molto al di sotto delle aspettative”. L’obiettivo per il 2023 è quello di tornare alle mille donazioni di plasma, di fatto la dotazione necessaria per una realtà come quella del “San Giovanni Battista”, come spiegato dalla dottoressa Marta Micheli, responsabile del Servizio immunotrasfusionale dell’ospedale cittadino. E questa sarà, dunque, una delle missioni da portare a casa entro la fine dell’anno, tornando a superare così la soglia delle 900 raggiunte lo scorso anno. “L’idea – ha commentato a questo proposito Frasconi – è quella di far sì che i soci intervallino donazioni di plasma e sangue intero. Tra le due donazioni, infatti, possono trascorrere anche solo 30 giorni. Intanto – ha concluso il presidente di Avis Foligno – il nostro grazie va all’Esercito per la costante collaborazione e alla dottoressa Micheli, ai medici e a tutti gli operatori del Sit per il loro lavoro”.

Articoli correlati