8 C
Foligno
mercoledì, Aprile 24, 2024
HomeCulturaLe anteprime di Festa di Scienza e Filosofia si arricchiscono di due...

Le anteprime di Festa di Scienza e Filosofia si arricchiscono di due nuovi eventi

Dalla Diocesi di Foligno alla Pro loco di Montefalco, si amplia la rete dei sostenitori del progetto. Nel weekend anche la Giornata internazionale dell’acqua che coinvolgerà i borghi della montagna

Pubblicato il 20 Marzo 2024 16:39 - Modificato il 21 Marzo 2024 16:06

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Elezioni, a Foligno nuovi ingressi per Masciotti. Azione sosterrà la coalizione progressista

Il segretario regionale Giacomo Leonelli ha annunciato l'appoggio a “Uniamo Foligno”, all'interno di cui verranno candidati Emanuele Sfregola e Anastasia Angeli. Polemica di Italia Viva per il “veto” al simbolo

Anna Laura, ‘mastra cartaia’ nel segno di nonno Silvano: “Così noi giovani facciamo vivere le Gaite”

In occasione della Primavera Medievale che si svolgerà a Bevagna dal 24 al 28 aprile, abbiamo intervistato la ventitreenne Mariani Marini, che insieme a suo fratello e a un gruppo di giovani volontari gestisce la Cartiera della San Giovanni. Il programma della manifestazione

In centinaia sul sentiero del “Patriotta”

Tantissime le persone che domenica 21 aprile hanno affollato le montagne di Nocera Umbra e Valtopina per ricordare le vittime dell’eccidio di Collecroce a 80 di distanza

Cresce l’interesse per le anteprime di “Festa di Scienza e Filosofia – Virtute e Canoscenza”, che anticipano i quattro giorni della manifestazione che si terrà dall’11 al 14 aprile prossimi a Foligno e Fabriano. Dalla Diocesi di Foligno e dalla Pro loco di Montefalco sono, infatti, arrivate delle proposte che vanno ad arricchire il calendario di appuntamenti, che passa così da sei a otto eventi, ampliando anche la rete di soggetti sostenitori del progetto. Il primo evento da segnare in agenda è per domenica 24 marzo, alle 16.30, quando il Teatro “San Filippo Neri” di Montefalco ospiterà l’incontro dal titolo “Intelligenza Artificiale: rischi e opportunità per i diritti umani”, che vedrà intervenire Stefania Stefanelli, Francesco Paolo Micozzi e Sonia Montegiove. La seconda conferenza è in programma, invece, per mercoledì 27 marzo, alle 17, nella Sala conferenze del Museo Capitolare Diocesano di Foligno. Il tema scelto è “Donne e Scienza nell’Ottocento. L’astronoma Caterina Scarpellini”. Ad intervenire sarà, per l’occasione, Federica Favino introdotta da Marta Onali. 

In cantiere, inoltre, la realizzazione di un progetto innovativo, promosso dal Centro Studi “Città di Foligno”, dal Comune e dalla Cooperativa sociale “Insieme” in collaborazione con il Laboratorio di Scienze Sperimentali. L’obiettivo dichiarato è quello di avvicinare sempre di più i cittadini, a partire dai giovani, alla digitalizzazione dei servizi della pubblica amministrazione. In quest’ottica, durante le quattro giornate di Festa di Scienza e Filosofia, a palazzo Candiotti si terranno delle attività dimostrative per facilitare il collegamento tra comunità e pubblica amministrazione.

La presentazione delle nuove anteprime e della Giornata internazionale dell’acqua

Ma gli appuntamenti dei prossimi giorni non si fermano qui. Da venerdì 22 a domenica 24 marzo, infatti, la montagna folignate celebrerà la Giornata internazionale dell’acqua. In calendario tutta una serie di appuntamenti promossi ed organizzati dall’Assemblea della montagna ETS “In Alto” e dal Laboratorio di Scienze Sperimentali di Foligno

Si parte, come detto, venerdì 22 marzo quando a Rasiglia, dalle 10.30 alle 18.30, si terranno delle visite tematiche che consentiranno ai partecipanti di ammirare gli edifici di archeologia industriale del tessile e i molini che si trovano nel borgo delle acque. L’iniziativa è curata dall’Associazione “Rasiglia e le sue sorgenti” (info e prenotazioni al numero 3493479723). 

Tre, invece, gli eventi in programma per sabato 23 marzo, a cominciare dalle 9.30 con il soft-trail “In-Alto”, che si svilupperà lungo un percorso di 11 chilometri con partenza e arrivo ad Afrile, organizzato dall’Atletica Winner Foligno. Alle 10.30, poi, spazio all’approfondimento con l’incontro “Le origini di Capovena: storia di una sorgente tra scienza e leggenda”, che vedrà relatore Stefano Palpacelli. Ad anticipare la conferenza, ospitata nella Sala Dino Tonti all’interno dell’ex lanificio Accorimboni, sarà una visita al parco di Capovena. Il tutto promosso dall’Associazione “Rasiglia e le sue sorgenti” con la partecipazione di Valle Umbra Servizi. Evento principale della seconda giornata sarà, però, la tavola rotonda ospitata, nel pomeriggio, a Capodacqua dal titolo “L’acqua del territorio: il passato, il presente, il futuro…”. L’appuntamento è alle 17 al centro polivalente Scalabrini, alla presenza di importanti relatori. Ad intervenire saranno infatti, per l’occasione, il custode generale del Sacro Convento di Assisi, fra Marco Moroni, con la relazione “Laudato si’, mi’ Signore, per Sora acqua, la quale è molto utile et humile et preziosa et casta”; Endro Martini della Società Italiana di Geologia Ambientale (Sigla APS) e past president di Alta Scuola, che parlerà di “Cooperazione e partecipazione nella gestione dell’acqua”. E ancora, il dirigente di Arpa Umbria, Gianluca Massei, con una relazione dal titolo “Gli effetti del cambiamento climatico sulle risorse idriche sotterranee” e il presidente del Consorzio di Bonificazione Umbra, Paolo Montioni, che illustrerà “La previsione sulla riserva idrica per l’irrigazione 2024”. In chiusura, il responsabile della Confederazione Italiana Agricoltori (Cia), Ezio Palini, con un intervento su “Prospettive e cambiamenti per l’agricoltura della Valle Umbra alla luce del progetto irriguo EAUT”; e il responsabile di Legambiente, Marco Novelli, che parlerà de “Lo stato di salute dei fiumi della Valle Umbra”. 

Per quanto riguarda, infine, la giornata di domenica 24 marzo, alle 9, è prevista la passeggiata “Le centraline del Menotre” a cura di “Orme – Camminare Liberi”, che condurrà i partecipanti tra Rasiglia, Scopoli, Ponte Santa Lucia e Pale. Mentre alle 17.30 si concluderà con la conferenza “La tecnologia di fabbricazione della carta nella Valle del Menotre” a cura del Museo della Carta di Fabriano con la presenza del mastro cartaio di Fabriano, Sandro Tiberi, che parlerà della produzione della carta a Fabriano e nella Valle del Menotre.

La presentazione delle nuove anteprime e della Giornata internazionale dell’acqua

Il programma delle iniziative legate alle nuove anteprime e alla Giornata internazionale dell’acqua è stato presentato nella mattinata di mercoledì 20 marzo nella sede del Laboratorio di Scienze Sperimentali di Foligno. Ad intervenire il presidente e il direttore della struttura di via Isolabella, Maurizio Renzini e Pierluigi Mingarelliil presidente dell’Assemblea della montagna ETS “In Alto”, Marco Galli, e l’assessore alla Cultura del Comune di Foligno, Decio Barili. Presente, tra gli altri, il presidente dell’Associazione Capodacqua, Marzo Bazzucchi, e Giuseppe Metellitra i primi organizzatori di Festa di Scienza e Filosofia insieme a Pierluigi Mingarelli.

“Le anteprime di Festa di Scienza e Filosofia – ha dichiarato il presidente Maurizio Renzini – stanno riscuotendo un grande successo ed un ampio consenso di pubblico: è un risultato che ci rende soddisfatti insieme alle tante associazioni che stanno collaborando con noi e che ci stanno dando un supporto notevole nel divulgare temi che toccano vari aspetti del nostro territorio”. “Queste anteprime – gli ha fatto eco il direttore Pierluigi Mingarelli – sono il frutto di una vasta rete di collaborazione tra più realtà, che hanno contribuito materialmente a dare vita a questo progetto”. “Festa di Scienza e Filosofia – ha commentato il presidente Marco Galli – è oramai un momento importantissimo per Foligno, per cui sosterremo il disegno che vuole la realizzazione di una città della scienza nell’area dell’ex Zuccherificio. La nostra – ha quindi aggiunto – è un’associazione che si compone di 17 associazioni del territorio montano. L’acqua – ha proseguito, entrando nel merito degli appuntamenti del weekend – non è una fonte rinnovabile in eterno, perché i cambiamenti climatici la mettono a rischio. L’acqua per la pace è il tema individuato dall’Onu e la mancanza di questa risorsa è alla base delle grandi migrazioni, per questo motivo vogliamo parlarne, per promuoverne – ha concluso – un uso razionale”. “L’istituzione di questa giornata – ha detto l’assessore Decio Barili – è recente ma necessaria, è un argomento vitale perché l’acqua è pace e vita come lo siamo noi. E questo appuntamento è stato declinato nel nostro territorio in modo straordinario, grazie all’attività propulsiva di queste realtà, con un’ampia territorialità che tocca, tra gli altri, borghi simbolici come Rasiglia e Capodacqua. Tutto si innesta – ha quindi concluso – quando si lavora con serietà”.

La Giornata internazionale dell’acqua è patrocinata dalla Provincia di Perugia, dal Comune di Foligno, da Rai Umbria e dalla Riserva Mondiale della Biosfera Unesco del Monte Peglia. 

Articoli correlati