Rifiuti: aumenta la raccolta differenziata nella Valle Umbra Sud

Nel primo semestre del 2014 la raccolta differenziata ha fatto registrare un +5,4% rispetto allo stesso periodo del 2013

Una delle sedi Vus

Aumenta la raccolta differenziata nei territori della Valle Umbra Sud. Nel primo semestre del 2014 la differenziata è arrivata a quota 42,5%, con un più 5,4% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Dati che vengono definiti “incoraggianti” dalla Vus, azienda che gestisce la raccolta nei territori dell'Ati3 Umbria. Nel dettaglio, la raccolta nella Valle Umbra è arrivata al 44,2%, mentre in Valnerina, attualmente siamo al 21,9% con un più 51%. Diminuisce invece la produzione totale dei rifiuti di uno 0,3%, ma quella dei rifiuti indifferenziati, grazie appunto all'aumento della raccolta differenziata, si è ridotta di quasi il 3%. In Valle Umbra circa il 15% della raccolta differenziata è costituito dai rifiuti umidi (l'organico degli scarti alimentari che è oltre il 10%, e il verde dei giardini che è oltre il 4% ); anche carta a cartone sono separati in quantità rilevanti, essendo l'8,2%, mentre il vetro è il 4.2%. Sono molti anche coloro che separano i rifiuti e li smaltiscono in proprio tramite il compostaggio domestico, che contribuisce ad alzare la percentuale di raccolta differenziata con un 3% del totale. Altri materiali come plastica, inerti, ingombranti sono rispettivamente il 2.6%, il 2.2% e l'1,2% del totale dei rifiuti. A fronte di un dato complessivo di ATI del 42,5 % di raccolta differenziata, la modalità del porta a porta contribuisce per oltre la metà. Un forte apporto alla raccolta differenziata è anche dato dai centri di raccolta, le 9 stazioni ecologiche presenti nel territorio. Per il futuro, fanno sapere dalla Valle Umbra Servizi, l'obiettivo è quello di aumentare la raccolta porta a porta.

Fabio Luccioli

di Fabio Luccioli

Aggiungi un commento