Foligno, Enel: occhio alle truffe

Ecco le raccomandazioni dell'azienda per evitare raggiri

Enel

Si spacciano per operatori dell'Enel ma non lo sono. È allarme ormai da diverso tempo anche a Foligno sul rischio truffe messe in atto da falsi dipendenti della società, che cercano di raggirare la buona fede dei cittadini. E così il gruppo Enel fornisce informazioni utili riguardo i veri incaricati e su come evitare di essere truffati. “Per riconoscere i dipendenti e gli agenti Enel – si sottolinea in una nota – è necessario pretendere sempre l'esibizione del tesserino di riconoscimento. Tutti i dipendenti, infatti, sono in possesso di un tesserino plastificato con logo aziendale, foto e dati di riconoscimento". Se qualcuno si presenta a nome dell’azienda, quindi, bisogna sempre chiedere di visionarlo. Enel, inoltre, ricorda che “nessuna forma di riscossione o restituzione di denaro viene effettuata a domicilio”. Per quanto riguarda, poi, le verifiche dei contatori, la società "effettua periodicamente dei controlli a distanza dei gruppi di misura per garantirne il corretto funzionamento. In alcuni casi occorre una verifica del contatore direttamente sul posto attraverso il proprio personale qualificato, il quale è comunque sempre munito di tesserino¨. Infine Enel fa sapere che “nessun oggetto può essere richiesto con la scusa di far funzionare o sistemare il contatore: ogni strumento utile all’esecuzione di eventuali verifiche o interventi è in possesso dei tecnici dell'azienda”. Per ogni chiarimento o ulteriore informazione è possibile contattare il numero verde Enel servizio elettrico 800900800 oppure Enel energia 800900860 o recarsi direttamente presso il punto Enel di Foligno in via Palombaro 13/a, dal lunedì al venerdì dalle8:30 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 15:30.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento