29.9 C
Foligno
mercoledì, Luglio 17, 2024
HomeEconomiaVertenza Firema, Riommi: “La trattativa va avanti”

Vertenza Firema, Riommi: “La trattativa va avanti”

Pubblicato il 2 Febbraio 2015 14:01 - Modificato il 6 Settembre 2023 01:02

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Ai domiciliari per spaccio di droga, evade: 21enne portato in carcere 

Inasprimento della misura cautelare per un giovane straniero che non ha rispettato il provvedimento a suo carico. Beccato in giro dagli agenti del Commissariato di Foligno, è stato deferito all’autorità giudiziaria: per il ragazzo si sono spalancate le porte di Maiano

Svincolo di Scopoli, Quadrilatero approva progetto definitivo. Melasecche ironico: “Storia da film”

La ricerca di ordigni bellici e di reperti archeologici si è conclusa positivamente, dando esito negativo. Prima del progetto esecutivo mancano ancora dei passaggi burocratici e, nel frattempo, l'assessore regionale punzecchia il centrosinistra

Montefalco perde un medico di base. Il Comune scrive all’Usl 2: “Disagi per i cittadini”

In una nota diffusa sui social, l'amministrazione interviene sulla fine della convenzione con il dottor Massimo Pucci. I dottori presenti nel borgo non riuscirebbero a coprire i pazienti rimasti “scoperti”

“La trattativa per la vendita della Firema Trasporti va avanti”. È quanto dichiarato dall’assessore regionale allo sviluppo economico, Vincenzo Riommi, a margine dell’incontro che si è tenuto giovedì 29 gennaio al Mise. L’assessore Riommi ha anche aggiunto che la contrattazione sta riguardando tutti gli stabilimenti del gruppo, compreso quello di Spello. Dichiarazioni che possono far tirare un sospiro di sollievo ai circa trenta lavoratori del sito umbro, che proprio lo scorso giovedì avevano incrociato le braccia e dichiarato la loro preoccupazione per una vicenda che richiede una chiusura positiva in tempi brevi, prima cioè di quel 17 marzo che – come spiegato dalle Rsu – segna la scadenza del mandato del commissario straordinario. “Il soggetto imprenditoriale in esame – ha dichiarato l’assessore Riommi – risulta essere solido. E al fine di rispettare i tempi – ha quindi annunciato – la Regione Umbria ha richiesto la convocazione ufficiale, a breve, del Tavolo nazionale”. E ad intervenire sulla questione è stato anche il sindaco di Spello, Moreno Landrini, che ha ribadito “la necessità di accelerare il confronto con l’auspicio – si legge in una nota – che l’offerta di acquisizione vada nella direzione del mantenimento della produzione di tutti i siti presenti nel territorio nazionale. Compreso quello di Spello – ha aggiunto – che da sempre rappresenta un esempio e una risorsa per la sua produzione specializzata in ricambi elettromeccanici e nella riparazione e revisione di motori di trazione per treni e metropolitane, in cui – ha quindi concluso Landrini – viene impiegata anche manodopera femminile”.

Articoli correlati