8.1 C
Foligno
venerdì, Aprile 19, 2024
HomeCulturaFoligno ricorda la Grande guerra

Foligno ricorda la Grande guerra

Pubblicato il 17 Marzo 2015 11:08

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Firenze, si conclude l’era Betori: il nuovo arcivescovo è don Gherardo Gambelli

Dopo aver accettato la rinuncia al governo pastorale del cardinale folignate, Papa Francesco ha nominato il suo successore: 55 anni, dal 2011 al 2022 è stato missionario in Ciad. Lo scorso anno il ritorno nel capoluogo toscano come parroco della Madonna della Tosse

“Evento politico” nella sede di Sviluppumbria: Pd e M5S insorgono

I “dem” Meloni e Bori pronti a depositare un’interrogazione in Regione sull’incontro dedicato alla tutela del “made in Italy” promosso da Fratelli d’Italia. A far sentire la propria voce anche il pentastellato De Luca: “Grave sbavatura istituzionale”

Dal Mic quasi 3,5 milioni per l’Umbria: ci sono anche Cannara e Spello

Il Piano triennale per le opere pubbliche interesserà in Umbria ventinove interventi. Dai musei all'archeologia, i fondi non saranno però destinati alle biblioteche

“La prima guerra mondiale. Un’interminabile insanguinata trincea”. Questo il titolo del convegno organizzato dalla sezione di Foligno dell’Associazione nazionale mutilati ed invalidi di guerra, che si terrà venerdì 20 marzo, a partire dalle 9, alla caserma Gonzaga. Ad aprire questo momento di riflessione, che celebra i cento anni dall’entrata in guerra dell’Italia, saranno i saluti delle istituzioni: dal generale di brigata Luca Covelli, comandante del centro di selezione e reclutamento nazionale dell’esercito, al sindaco di Foligno, Nando Mismetti, e passando per quelli del presidente dell’associazione nazionale mutilati ed invalidi di guerra, sezione di Foligno, Egidio Metta. Ad intervenire, nel corso dei lavori, invece, il presidente dell’“Officina della Memoria” di Foligno, Manlio Marini con una relazione dal titolo “Prima Guerra Mondiale: il contributo di militari vittime della nostra città” e la vicepresidente della Camera dei deputati, Marina Sereni, con “Dalla memoria della guerra l’impegno per la pace”. All’incontro moderato da Roberto Segatori, prenderanno la parola anche Antonello Biagini, prorettore dell’Università “La Sapienza” di Roma, con un intervento su “La prima guerra mondiale. L’Europa tra identità nazionali e nazionalismo” e Bernardo Traversaro, presidente nazionale dell’associazione nazionale mutilati ed invalidi di guerra relativamente a “Dalla dolorosa esperienza della guerra alla prestigiosa nascita dell’Anmig”. Nel pomeriggio, dalle 16, defilé storico “La Grande Guerra: itinerari folignati tra storia, abiti e musica”. A condurre l’evento Ambra Cenci, per la regia di Valter Romagnoli e con intervalli musicali di Annalisa Grauso (soprano) e del maestro Antonio Barbi. Numerose le famiglie che hanno concesso gli abiti per questa iniziativa.

Articoli correlati