23.3 C
Foligno
domenica, Maggio 26, 2024
HomeAttualitàA Foligno torna l'appuntamento con il "Festival per le città accessibili"

A Foligno torna l’appuntamento con il “Festival per le città accessibili”

Pubblicato il 10 Settembre 2015 16:59 - Modificato il 5 Settembre 2023 23:07

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

“Anziani allontanati dal comizio e identificati”: “giallo” sul comizio elettorale

Il fatto, che stando a quanto riportato da Uniamo Foligno sarebbe accaduo a Belfiore durante l'incontro elettorale del centrodestra, avrebbe riguardato due rappresentanti dell'Us Belfiore che chiedevano la sede per l'associazione: “Il sindaco condanni l'episodio”

Via Flaminia Antica, scuole protagoniste

Il progetto ideato dal Club per l'Unesco di Foligno e Valle del Clitunno ha visto il coinvolgimento di tantissimi istituti del territorio, che hanno approfondito la storia della via di comunicazione romana

Quintana, ecco il palio della Sfida firmato da Mirabella

Il trentaseinne originario di Enna ha firmato il drappo presentato nel corso della Cena Grande e realizzato in collaborazione con Massimo Fiordiponti, storico quintanaro che ha curato la parte sartoriale

Sostenere e promuovere la città come strumento capace di offrire a tutte le persone uguali opportunità, indipendentemente dalle abilità fisiche, sensoriali o relazionali. È con questo obiettivo che torna anche quest’anno, a Foligno, il Festival per le città accessibili, promosso dall’omonima associazione e in programma a palazzo Trinci il 18 e 19 settembre. A guidare questo cammino di sensibilizzazione all’interno della comunità è ancora una volta Giorgio Raffaelli che, anche in virtù della disabilità della compagna Daniela costretta su una sedia a rotelle, si dice “ammalato di accessibilità” come spiegato ai microfoni di Radio Gente Umbra. “Quello dell’accessibilità – ha infatti dichiarato Raffaelli – è un discorso che deve contaminare tutti, dai privati cittadini alle amministrazioni pubbliche. È un sentire che deve essere comune – ha proseguito – altrimenti non si va da nessuna parte. È questo lo spirito con cui abbiamo sempre lavorato e con cui continuiamo a lavorare”. Da qui l’idea di promuovere una due giorni di formazione per le professioni dell’ambiente costruito, che vedrà quindi in prima fila architetti e ingegneri, ma non solo. Ad aderire all’iniziativa anche altre realtà del territorio, come l’agenzia di comunicazione ed eventi That’s Com che ha organizzato per il 19 e 20 settembre “Week Hand – Festival del fatto a mano”, ospitato tra palazzo Trinci e la sede del Multiverso Coworking. Un’iniziativa pensata per le famiglie, con workshop e laboratori all’insegna della creatività. In programma anche una mostra mercato con 50 giovani artigiani che proporranno le loro opere e altri eventi collaterali come il concerto segreto di Formato Ridotto Live. Sullo sfondo, come detto, Foligno. “Potrebbe essere una città fantastica sotto il profilo dell’accessibilità – ha detto Raffaelli –. Io e la mia compagna l’abbiamo scelta per viverci con cognizione di causa e sarebbe un delitto – ha sottolineato – non fare quel passo in più per renderla la ‘città’ delle città accessibili”. E così, se da un lato esistono esempi di zone virtuose, come la rinnovata piazza Spada o l’area antistante le Poste di via Piermarini, dall’altro occorre ancora lavorare, e tanto, soprattutto su fronti come quello delle attività commerciali che, come spiegato da Giorgio Raffaelli, “in diversi casi presentano vistosissime barriere architettoniche”.

Articoli correlati