28 C
Foligno
mercoledì, Luglio 24, 2024
HomeAttualitàFoligno, la Fondazione Carifol premia l'eccellenza delle scuole

Foligno, la Fondazione Carifol premia l’eccellenza delle scuole

Pubblicato il 3 Novembre 2015 12:34 - Modificato il 5 Settembre 2023 22:35

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Esce di casa per andare a lavoro, ma non si presenta: si cerca Eleonora Quaglia

A segnalare la scomparsa della 38enne sono stati familiari e amici tramite i social. Mercoledì mattina sarebbe partita da Campello sul Clitunno per recarsi a Foligno, ma della giovane si sono perse le tracce

I colossi dell’aerospazio si incontrano a Londra: c’è anche l’Umbria

Diciannove le aziende del Cluster protagoniste in questi giorni del Farnborough International Airshow, una delle più importanti grandi fiere del comparto a livello mondiale. Tonti: “Orgogliosi di poter mostrare la qualità, competenza e tecnologia della nostra filiera”

Torna il Montelago Celtic Festival in versione ancora più green

La città celtica itinerante è pronta ad accogliere le migliaia di visitatori che ogni anno invadono i verdi altopiani a confine tra Marche e Umbria: un’iniziativa che si impegna ogni anno, sempre più, a ridurre l’impatto ambientale e portare il buon esempio

Si è svolto martedì 3 novembre l’oramai tradizionale appuntamento, tra la Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno e i giovani della città che hanno terminato gli studi della scuola superiore, con la consegna del “Premio allo studio”. Un evento importante che simboleggia l’impegno della Fondazione sul versante dell’istruzione, sottolineando la particolare attenzione nei confronti dei giovani. Come ogni anno, la Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno destina un assegno di mille euro agli studenti che durante l’anno scolastico precedente si sono distinti con merito nel proprio indirizzo scolastico. I giovani premiati quest’anno sono stati 35, ben 19 le ragazze e 16 i ragazzi, provenienti dai vari istituti folignati. Questo l’elenco delle giovani eccellenze: per il liceo classico “Frezzi” sono stati premiati Giulia Montenovo, Sofia Sammaciccia, Benedetta Ottaviani, Barbara Castellani, Carolina Gentili, Lucia Barbati, Giacomo Faticoni, Angelica Meloni; per l’istituto professionale “Orfini” a ricevere l’assegno sono stati Melissa Balducci, Mbaresa Ferko, Federica Sensi, Lorenzo Pugnali, Ledjo Halili, Ylenia Utrio Lanfaloni, Nadia Fiki. A distinguersi all’istituto tecnico economico “Scarpellini” sono stati Alessia Micanti, Giorgia Tarallo, Francesca Chianella, Gabriele Boccolini, Maritza Elizabeth Loachamin Quinga, Valentina Brilli. Per l’istituto tecnico tecnologico “Da Vinci” Gian Luca Marini, Matteo Crobeddu, Elia Trasciatti, Alfredo Bellani, Nicola Saveri, Andrea Massini, mentre per il liceo scientifico artistico sportivo “Marconi” Gabriele Casciola, Gina Pietrolati, Lorenzo Terenzi, Francesca Corti, Giordano Antano, Valentin Daniel Paccoia, Diego Urbani, Andrea Agostinelli. “Il messaggio che questo premio vuole mandare ai giovani della città – dichiara il presidente della Fondazione, Gaudenzio Bartolini – è che se ci si impegna i risultati arrivano”. Tutti i percorsi intrapresi dai ragazzi sembrano confermare quanto detto dal presidente. C’è chi ha già iniziato a lavorare e chi non è potuto essere presente perché impegnato fuori regione o addirittura all’estero con gli studi universitari. Tra i premiati anche un ragazzo che nella graduatoria nazionale per medicina si è classificato tredicesimo. Tante altre le azioni di questo genere: “ Sono dieci i ragazzi che frequentano l’università grazie a delle borse di studio messe a disposizione della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno – continua Bartolini – da poco si è anche concluso un bando per frequentare un corso di marketing alla Bocconi di Milano completamente finanziato dalla Fondazione”. Non manca poi l’appoggio ad attività richieste dagli stessi istituti del comprensorio. E’ recente, ad esempio, l’inaugurazione all’istituto tecnico tecnologico “Da Vinci” del laboratorio di macrobiologia, al quale la Fondazione ha fornito tutti i microscopi.

Articoli correlati