9.1 C
Foligno
martedì, Aprile 23, 2024
HomeCronacaFoligno, arrestato il punto di riferimento cittadino per lo spaccio di eroina

Foligno, arrestato il punto di riferimento cittadino per lo spaccio di eroina

Pubblicato il 12 Novembre 2015 14:49 - Modificato il 5 Settembre 2023 22:29

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Cade e batte la testa: 47enne portato in ospedale per un trauma cranico

L’episodio nella mattinata di lunedì 22 aprile in viale Firenze: l’uomo stava scaricando un escavatore quando ha perso l’equilibrio. Dopo aver valutato un suo trasferimento in ospedale con l’elisoccorso, l’uomo è stato portato al “San Giovanni Battista”

Violenza di genere, al Commissariato di Foligno una stanza dedicata alle vittime

In via Garibaldi allestito uno spazio per le audizioni protette, frutto della sinergia tra polizia e Soroptimist International Club Valle Umbra. Il questore Lamparelli: “Un fenomeno sommerso che richiede una grande opera di sensibilizzazione e azioni preventive”

Chiesa di Foligno in lutto per la morte di monsignor Dante Cesarini

Ordinato presbitero nel 1960, il sacerdote è stato assoluto protagonista della vita culturale e della formazione teologica della Diocesi di Foligno: per diciassette anni è stato direttore della biblioteca “Jacobilli”

Era considerato un punto di riferimento in città per lo spaccio di eroina. E’ per questo motivo che i carabinieri di Foligno lo seguivano da tempo, anche se le indagini non si sono rivelate facili. L’uomo, un tunisino di trenta anni pluripregiudicato, cambiava continuamente domicilio, spostandosi tra Italia e Tunisia variando inoltre cellulari e numeri telefonici. Nell’operazione antidroga il passo determinante è stato cogliere il flagranza di reato lo spacciatore in centro storico mentre vendeva lo stupefacente ad alcuni ragazzi. Perquisita anche l’abitazione, all’interno della quale sono stati ritrovati venti grammi tra eroina e hashish. Per lui l’accusa è ovviamente quella di spaccio di sostanze stupefacenti. Processato per direttissima, l’uomo ora si trova nel carcere di Spoleto.

 

Articoli correlati