24.7 C
Foligno
giovedì, Luglio 25, 2024
HomeEconomiaUmbria business matching, le imprese della regione si mettono in mostra

Umbria business matching, le imprese della regione si mettono in mostra

Pubblicato il 2 Novembre 2017 17:26

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Esce di casa per andare a lavoro, ma non si presenta: si cerca Eleonora Quaglia

A segnalare la scomparsa della 38enne sono stati familiari e amici tramite i social. Mercoledì mattina sarebbe partita da Campello sul Clitunno per recarsi a Foligno, ma della giovane si sono perse le tracce

I colossi dell’aerospazio si incontrano a Londra: c’è anche l’Umbria

Diciannove le aziende del Cluster protagoniste in questi giorni del Farnborough International Airshow, una delle più importanti grandi fiere del comparto a livello mondiale. Tonti: “Orgogliosi di poter mostrare la qualità, competenza e tecnologia della nostra filiera”

Torna il Montelago Celtic Festival in versione ancora più green

La città celtica itinerante è pronta ad accogliere le migliaia di visitatori che ogni anno invadono i verdi altopiani a confine tra Marche e Umbria: un’iniziativa che si impegna ogni anno, sempre più, a ridurre l’impatto ambientale e portare il buon esempio

Giovedì 9 novembre, al Centro Fiere di Bastia Umbra, nei padiglioni 8 e 9, si svolgerà Umbria business matching, l’evento dedicato al business organizzato da Confindustria Umbria per sostenere una reciproca conoscenza tra le realtà economico-imprenditoriali del territorio e per verificare opportunità di collaborazioni.  Dopo il grande interesse suscitato nelle due edizioni precedenti, del 2015 e del 2016, Confindustria Umbria ha voluto riproporre l’iniziativa in una veste nuova che punti a farla diventare un luogo in cui le aziende possano dialogare tra loro ma anche con operatori esteri, con il mondo dell’Università e della ricerca, con le multinazionali e con i buyer di grandi aziende italiane. L’iniziativa ha destato un grande interesse sia tra le imprese che tra le Istituzioni ed Enti coinvolti. Attraverso un accordo con Adaci – l’associazione nazionale a cui aderiscono i responsabili degli Uffici acquisti aziendali – parteciperanno circa 20 buyer con cui verranno realizzati incontri B2B con le imprese che lo hanno richiesto. Sul sito appositamente creato per supportare l’iniziativa, www.ubm.confindustria.umbria.it, sono descritte le aziende partecipanti ed è possibile fissare con loro appuntamenti per il giorno della manifestazione. L’iniziativa è stata presentata stamani dal presidente di Confindustria Umbria Antonio Alunni, dal presidente del Gruppo Giovani Imprenditori Ilaria Caporali, dal presidente della Sezione Servizi Innovativi e Tecnologici Matteo Brutti. Era presente anche Alberto Prestopino, responsabile Coordinamento Territoriale Prodotti e Segmenti Direzione Regionale Toscana e Umbria Intesa Sanpaolo, tra gli sponsor della manifestazione. “La manifestazione – ha spiegato Antonio Alunni, presidente di Confindustria Umbria – risponde alla necessità di supportare la crescita del sistema produttivo. L’obiettivo è di rappresentare al meglio la dimensione produttiva e industriale del nostro territorio, far incontrare la domanda e l’offerta. Molto frequentemente si lamenta una scarsa conoscenza tra realtà produttive che operano nello stesso territorio. Ecco, questo è un appuntamento che consente di conoscersi, non solo per trovare nuovi clienti o nuovi fornitori, ma anche per aprire le nostre aziende a tutte quelle tematiche che oggi sono di grande attualità, le tematiche dell’innovazione, della ricerca, dei trend che si tanno imponendo sul mercato. È un evento unico nel suo genere che, non da ultimo, contribuisce a favorire un atteggiamento positivo verso il futuro”. “Oggi più che mai l’Associazione deve avere un ruolo di ascolto delle aziende del territorio – sottolinea Ilaria Caporali, presidente del Gruppo Giovani Imprenditori – essere promotrice di nuove prospettive e possibilità a vantaggio dell’intera collettività. La manifestazione del 9 novembre fa parte di questa visione e coinvolge non solo il tessuto produttivo ma anche una serie di soggetti che collaborano in modo stabile con le imprese favorendo la creazione di sinergie fondamentali per la competitività di un territorio come il nostro”. Il tema dell’innovazione è uno dei temi centrali della manifestazione. In particolare nel workshop “Digital Transformation Talk”, Idee, persone, strumenti per la trasformazione digitale saranno affrontate le modalità del cambiamento e della trasformazione digitale. “Abbiamo pensato di affrontare il tema della trasformazione digitale – ha raccontato Matteo Brutti, presidente della Sezione Servizi Innovativi e Tecnologici – attraverso una iniziativa che prevedesse la condivisione di idee innovative, di spunti di riflessione e la presentazione di casi emblematici e di esperienze di successo. Un momento quindi a disposizione di chi fa impresa per conoscere le possibilità di innovazione che i sistemi di abilitazione tecnologica concedono a chiunque abbia un reale interesse per la trasformazione digitale del proprio business”. “Intesa Sanpaolo – ha detto Alberto Prestopino, responsabile Coordinamento Territoriale Prodotti e Segmenti Direzione Regionale Toscana e Umbria Intesa Sanpaolo, tra gli sponsor dell’iniziativa –  sostiene l’economia reale dell’Umbria, a supporto delle esigenze di famiglie ed imprese: Umbria Business Matching si inserisce tra le iniziative di particolare rilievo, a cui il Gruppo collabora, perché ha l’obiettivo di favorire sviluppo di business e percorsi di crescita delle aziende. L’economia umbra deve saper cogliere le occasioni dell’attuale contesto: il processo di digitalizzazione del settore produttivo beneficia di una situazione macroeconomica favorevole, che rappresenta uno stimolo per il commercio estero. Risulta però indispensabile consolidare gli investimenti fissi lordi, che in Umbria rispetto al periodo pre-crisi sono diminuiti di oltre il 36%”.

Articoli correlati