20.2 C
Foligno
lunedì, Aprile 15, 2024
HomeCulturaFoligno tra la guerra e il terremoto: le iniziative del 22 novembre

Foligno tra la guerra e il terremoto: le iniziative del 22 novembre

Pubblicato il 21 Novembre 2017 16:40

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Colpito da infarto, ictus e trombosi guida fino in ospedale, poi crolla nel parcheggio: salvato dai medici

Protagonista dell'incredibile vicenda un 65enne che, impossibilitato a parlare per chiedere aiuto, ha deciso di raggiungere in autonomia il "San Giovanni Battista". Straordinario lavoro di squadra da parte dei medici: gli interventi non hanno avuto complicanze

Elezioni, a Montefalco sarà Alfredo Gentili a sfidare Daniela Settimi

Funzionario giudiziario in pensione, Gentili proviene dal mondo dell'associazionismo e punterà a “generare un necessario e proficuo cambiamento”

A Nocera Umbra tante iniziative per ricordare Fulvio Sbarretti e Augusto Renzini

In occasione dell'ottantesimo anniversario delle due Medaglie d'oro assegnate ai carabinieri, la città delle acque ha organizzato un fitto programma che durerà fino al prossimo mese di novembre

Il ricordo della guerra, ma anche quello del terremoto. E’ lungo queste due direttrici che corre la doppia iniziativa che si terrà mercoledì 22 novembre a Foligno. In concomitanza con il 74esimo anniversario dal primo bombardamento su Foligno, infatti, è previsto anche l’evento conclusivo delle iniziative legate ai vent’anni del terremoto del 1997. La giornata si aprirà, dunque, alle 9.30 in piazza Don Minzoni con la consueta deposizione della corona di alloro al monumento dei caduti alla presenza del picchetto d’onore del Centro di selezione e reclutamento nazionale dell’Esercito. Finita la cerimonia, ci si sposterà nella sala Rossa di palazzo Trinci, dove si terrà il convegno “Ricostruzione e sviluppo”, che vedrà presente – tra gli altri – il sottosegretario al Ministero degli Interni, Giampiero Bocci. A fare gli onori di casa il sindaco Nando Mismetti, mentre l’incontro sarà coordinato da Maurizio Salari che proprio nel 1997 sedeva sullo scranno più alto di palazzo Orfini Podestà. E sempre tra le fila degli ex primi cittadini, a prendere la parola sarà anche Manlio Marini con “I bombardamenti del 1943”. Poi toccherà a Bruno Bracalente che interverrà sul tema “La legislazione per la ricostruzione” e a Vincenzo Riommi che parlerà di “Gestione delle emergenze sociali ed economiche e prospettive di sviluppo della comunità”. A chiudere il giro di interventi sarà, invece, Alfiero Moretti con una relazione dal titolo “A venti anni dal sisma del ’97: Foligno com’era e com’è”.

Articoli correlati