7.3 C
Foligno
mercoledì, Aprile 24, 2024
HomeAttualitàDall’Usl2 tre progetti per accompagnare il sano sviluppo dei giovanissimi

Dall’Usl2 tre progetti per accompagnare il sano sviluppo dei giovanissimi

Pubblicato il 9 Dicembre 2017 12:59

Tienimi informato

Rimani sempre aggiornato sui fatti del giorno

Ultimi articoli

Foligno, Tari in aumento: 2% in più per le famiglie e 13% per le utenze non domestiche

Le tariffe della tassa sui rifiuti per il 2024 sono state illustrate dall’assessore Ugolinelli nel corso della seduta della prima commissione consiliare. Lunedì 29 aprile il passaggio in consiglio per l’approvazione definitiva

Verso le amministrative: Matteo Salvini primo “big” a Foligno

In vista delle prossime elezioni comunali, il leader leghista farà la sua comparsa all'auditorium “Santa Caterina. Sarà l'occasione per presentare la lista cittadina del Carroccio

Liste d’attesa, la Regione vara un piano da 11,5 milioni di euro

L'investimento servirà per il recupero e il contenimento delle prestazioni sanitarie. Alla Usl 2 dell'Umbria saranno destinati poco più di 2 milioni di euro. Entro metà maggio la verifica delle tempistiche

“Pensiamo positivo”, “Unplugged” e “Yaps”. Sono i nomi dati ai tre progetti che coniugano sanità e scuola, promossi dal Distretto di Foligno diretto da Paola Menichelli. Il piano d’azione, che vede in prima file gli istituti scolastici del territorio, è dedicato agli studenti, con l’obiettivo di sostenerne lo sviluppo armonico e la costruzione della loro identità. Andando ad analizzare nel dettaglio i tre progetti, “Unplugged” propone nella fase pre-adolescenziale un lavoro specifico mirato alla prevenzione dell’uso di sostanze psicoattive, identificando quindi un terreno di convergenza tra la prevenzione universale aspecifica e la prevenzione specifica. Diciannove le insegnanti delle scuole medie inferiori, provenienti da tutte le città del distretto di Foligno, che già si sono incontrate dando luogo ad una vera e propria full immersione nella formazione. Accanto a questo primo progetto, troviamo poi “Pensiamo positivo”, che accompagna i bambini dai 3 ai 13 anni, e “Yaps”, incentrato sulla metodologia della peer education – ossia l’educazione tra pari – rivolto alle scuole secondarie di secondo grado. Quest’ultimo sta vedendo, oggi, il coinvolgimento degli studenti delle terze classi di tutti gli istituti superiori di Foligno e Nocera insieme ad un insegnante referente per costruire, da protagonisti, dei progetti di promozione della salute per le loro scuole. L’obiettivo sostanziale degli interventi è dunque quello di valorizzare le competenze e le conoscenze, al fine di favorire negli adolescenti lo sviluppo di capacità riflessive e critiche a tutela della propria salute. Con questi obiettivi anche a Foligno dunque 30 ragazzi si stanno incontrando e addestrando a diventare peer educators convinti e convincenti portatori di messaggi di salute. Ogni scuola lavorerà su un tema a sua scelta e i ragazzi trasmetteranno le loro conoscenze ai coetanei.

Articoli correlati